archives

siria

This category contains 9 posts

Tre mesi senza padre Dall’Oglio

L’ultima notizia in questo muro di silenzio è del 7 ottobre, due settimane fa: “Padre Paolo Dall’Oglio è vivo e viene trattato bene dai suoi sequestratori, appartenenti all’organizzazione estremista Stato Islamico dell’Iraq e del Levante”. Lo ha detto l’attivista antiregime Khalaf Ali Khalaf, che ha citato fonti vicine al gruppo estremista legate ad al-Qaeda. Le … Continue reading

Il valore di una testimonianza diretta: “Sono stati i ribelli, e non Assad, a usare le armi chimiche”

Finalmente Quirico è stato liberato. Finalmente per numerosi motivi. Per la sua famiglia, per il suo giornale e un po’ anche per noi, colleghi e amici che abbiamo sofferto l’angoscia dell’ennesimo rapimento di un reporter. Ma c’è anche un altro motivo molto importante per gioire della fine della disavventura poiché finalmente tutti potranno conoscere la … Continue reading

Finalmente possiamo togliere il fiocco giallo

Finalmente possiamo togliere quel fiocco giallo che rappresentava l’attesa. Un segno di vicinanza e di affetto che per primi insieme a “La Stampa”, il suo giornale, abbiamo deciso di mettere accanto alla testata come segno di speranza. Domenico (Mimmo) Quirico tra poco già rimetterà piede sul suolo italiano. Libero, dopo cinque mesi. Non conosciamo ancora … Continue reading

Anche i militari americani contro la guerra in Siria

La svolta è clamorosa, probabilmente inedita almeno a livello pubblico. Mentre Obama si sforza di traumatizzare il congresso con immagini terribili che non provano assolutamente alcuna responsabilità del governo siriano sull’uso di armi chimiche (come ammesso dalla stessa Cnn che le ha diffuse), i militari americani si rivoltano contro l’ipotesi di un intervento.  Lo scontro … Continue reading

La manipolazione arma delle guerre mediatiche

Ogni tanto qualcuno mi chiede di chiarire il senso dell’incipit: “La verità non esiste, esistono i fatti”. Intanto spiego quand’è nato: nei Balcani durante quella che si tentava di  trasformare in guerra santa. I croati accusavano i serbi di abbattere i campanili delle chiese cattoliche. Un giorno a Karlovac un vecchio mi indica la base … Continue reading

Evitare una guerra globale

Prima o poi bisognerà parlarne, anche se so che si tratta di un argomento molto scottante. Ma sulla Siria ho molti dubbi, da sempre, e faccio fatica a non intervenire. So anche che è un discorso difficilmente digeribile, riceverò repliche sdegnate, ma vi prego di ragionare. E non seguire le frasi roboanti dell’amministrazione americana (“è … Continue reading

In Siria rapiscono anche chi cerca la pace

E’ talmente confusa (e grave) la situazione in Siria che adesso i ribelli rapiscono pure i preti anti regime. Padre Paolo Dall’Oglio anzi è qualcosa di più. Da trent’anni si sta battendo per il dialogo interreligioso, tentando la strada dell’avvicinamento fra cristiani e islamici. A dar retta alle prime frammentarie notizie sarebbe ora in mano … Continue reading

Gli islamici della porta accanto

La “folgorazione” l’ha avuta a vent’anni. Giuliano Delnevo si è convertito all’Islam e ha assunto il nome di Ibrahim. Quattro anni dopo è morto in terra straniera per seguire la voce di Allah. Genovese, nato da una famiglia dignitosa e cristiana, ha deciso di seguire i ribelli in Siria nella guerra lunga e sporca contro … Continue reading

Verso la terza guerra mondiale?

Non c’è solo un bilancio di morti e feriti spaventoso, con circa 93 mila persone che hanno perso la vita. Non c’è solo l’orrore di cui tutti i giorni ci arriva un’eco che percepiamo ancora lontana ma che è sempre più forte, più inquietante, più brutale. Perché quello che sta accadendo in Siria è ben più … Continue reading

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.