you're reading...
tribù

Ostia non è più la stessa

gruppo3

Mi fa male solo a parlarne, ma la chiusura della pizzeria Gruppo a Ostia (ma spero che si tratti solo di un trasferimento) è un grande dolore. Non ci vado più da quando è morto Roberto, ma è solo per tristezza. Roberto non era solo un amico e un grande storico, inseguendo il sogno di una città dove c’è solo un quartiere, ma quello capace di riunire ogni anno, per anni, tutti i giornalisti locali, a qualsiasi latitudine. Com’ero felice quando mi organizzò la presentazione de “La Torre di Babele” trasformando il ristorante in un luogo dove c’era innanzitutto cultura. Chiedo perdono a Emiliano se non sono stato così forte da far finta di niente. Ma non ce l’ho fatta a non vedere più Roberto. Sicuramente Ostia non è più la stessa e forse neanch’io.

n1553992050_109803_887

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: