you're reading...
tribù

Work in progress

Diciamo che ormai è pronto. Secondo me ha più respiro, l’idea è di un blog più serio. Ci sono ancora troppe foto, ma il template non mi permette al momento altri cambiamenti. Credo che in futuro, con i nuovi post, assumerà un aspetto più gradevole  e soprattutto minimale, come a me piace. Accetto naturalmente consigli.

Sto cambiandolo di nuovo.

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

10 thoughts on “Work in progress

  1. Tranquillo. Sarà senz’altro un ottimo lavoro per cui vale la pena di pazientare.

    Posted by marisamoles | 1 February 2014, 14:59
  2. E bello cambiare e semplificare. ciao

    Posted by ceglieterrestre | 1 February 2014, 22:52
  3. Se mi posso permettere un consiglio, è quello di continuare a fare così. Ti è stato detto diverse volte che il tuo è un Blog di sostanza, di carattere e contenuti concreti. Poi le vignette, gli articoli semi seri (te, li chiami leggeri) sono in qualunque giornale a tiratura mondiale. Ogni tanto ci vogliono. Poi, scegli te l’ impostazione.

    Posted by Walter | 2 February 2014, 00:27
  4. Dispiace che c’ è la moderazione, ma è inevitabile. Oggi, in un blog che parla di politica e altri argomenti sensibili (si ricorda l’ assalto, quando inseristi un post sul portiere Buffon) non se ne può fare a meno.

    Posted by Walter | 2 February 2014, 00:38
    • l’ho evitata per tanto tempo, ma ormai ci sono troppi pazzi in giro e ho già avuto problemi
      fa ridere lo…staff di grillo quando dice che il post è stato scritto di notte
      c’è la moderazione, quegli insulti qualcuno li ha passati

      Posted by pinoscaccia | 2 February 2014, 00:40
  5. Bello così, mi piace. Semplice semplice.

    Posted by jeneregretterien | 3 February 2014, 15:15
  6. Una proposta, più che un consiglio: tenuto conto che sei Giornalista, Reporter giramondo, che hai scritto tanti libri e pure bene, perché non dedicare qualche post (o pagina) sulle tecniche e sul modo di scrivere, di raccontare, che spiega cioè, su come proporre e ottimizzare le proprie idee, le storie di ognuno, per concretizzare al meglio la voglia di molti di metterle nero su bianco?
    Se non lo fai te … :-)

    Posted by Walter | 3 February 2014, 16:49

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: