you're reading...
i tranelli della storia

I tranelli della storia

Hitler scappò in Sudamerica? E soprattutto: il suo ultimo amore fu una nera? I tranelli della storia

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

One thought on “I tranelli della storia

  1. Hitler è morto nel cortile del Bunker di Berlino. E’ stato dimostrato con le analisi del Dna dei resti, sepolti e ritrovati altrove e rinascosti per ovvi motivi. E’ morto suicida, dimostrato anche questo. Tutto il resto sono solo illazioni, ipotesi senza concretezza.
    Quello che invece ci si chiede è: perché quando sul punto della disfatta, tutti i suoi diretti fedelissimi gli consigliarono di fuggire da Berlino verso i paesi del Sud America e non in Giappone? In effetti è rimasto suo “Alleato di fatto” anche dopo morto, ma nessuno lo ha preso in considerazione, forse neanche l’ Imperatore del Sol Levante.

    Posted by Walter | 1 February 2014, 14:54

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: