you're reading...
rai, tribù

L’inviato “storico”

tg1

tgerika

Tv7, il mitico rotocalco del Tg1 (il più vecchio nella storia della Rai) a cui ho dedicato gli ultimi tre anni della mia carriera, si è occupato naturalmente dei 60 anni della televisione, con particolare riferimento alle notizie del telegiornale. Questo è il link al video che potete rivedere. Vi devo confidare un grande orgoglio, in quella carrellata di notizie ci sono due volte: per la scoperta di Gladio nel 1990 (al minuto 54′) e per il delitto di Novi Ligure nel 2001 (1h06′). Ahò, so’ soddisfazioni. E adesso capisco perchè mi definiscono “inviato storico” (per non dire vecchio, sembra più nobile).

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

3 thoughts on “L’inviato “storico”

  1. E Si che son soddisfazioni. E poi direi che non sei vecchio, ma storico perché fai proprio parte dell’evoluzione del giornalismo, ne hai viste di cose e ne hai raccontate tante a chi sarebbe rimasto all’oscuro di cosa capitava nel mondo e ancora ne avrai da raccontare. Grazie!!
    Patrizia

    Posted by Patrizia M. | 5 January 2014, 22:59
  2. Il fatto è che quando cambi canale per vedere il tg e l’inviato è Pino Scaccia resti lì, non parte lo zapping. Penso che i direttori, con te, hanno sempre avuto la comodità di mandare quello affidabile, qualità garantita.
    A proposito di qualità, permettimi di ricordare il grande Pippo Fava. Ho appena visto il film su rai tre, e quando è arrivato all’intervista con Enzo Biagi ho pensato: due uomini liberi che, in maniera diversa, sono stati eliminati. E dopo l’Informazione non è stata più la stessa.

    Posted by senzanord | 5 January 2014, 23:17
  3. Certo Pino , molto più nobile e prestigioso lo “storico”!

    Posted by Lucio Gialloreti | 6 January 2014, 11:24

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: