you're reading...
reporter

Il coraggio di Tetiana

123017274-ccd6611b-9649-496b-ad88-8b8d58b5c351

L’hanno seguita, la notte di Natale, hanno speronato la sua auto e poi l’hanno massacrata di botte. Suscita grande indignazione la foto di Tetiana Chornovil, una giornalista ucraina, nota per le sue battaglie contro il governo di Viktor Yanukovich. Lesioni pesanti, una commozione cerebrale e traumi multipli, come documentato dal suo giornale, l’Ukrainska Pravda. La sua faccia giovane e sanguinante sembra quasi un manifesto mondiale contro i giornalisti scomodi, un urlo a favore della libertà di stampa. Tetiana, 34 anni, giornalista senza paura, si aspettava una ritorsione ai suoi articoli critici e la scena del tamponamento è stata ripresa da una telecamerina posta sopra la sua auto. “Una jeep mi veniva dietro e ha cercato di investire la mia macchina più volte. Così sono saltata fuori dall’auto e ho cominciato a scappare ma due uomini mi hanno preso e hanno cominciato a picchiarmi”, ha raccontato Tetiana. Nella parte finale del video si scorgono anche i due aggressori, entrambi con il cappuccio in testa, ma riconoscibili. Ma difficilmente saranno rintracciati, secondo la denuncia degli oppositori, convinti che responsabili della sanguinosa aggressione siano uomini del Ministero dell’Interno, già protagonisti di una violenta repressione dei manifestanti in piazza Indipendenza. “O la polizia copre gli autori di queste violenze, oppure ne è complice”, ha detto il partito Batkivchtchina di Yulia Timochenko. La Ue e il governo degli Stati Uniti hanno condannato l’aggressione. Ieri centinaia di persone hanno manifestato davanti alla sede del ministero dell’Interno facendo vedere le fotografie della reporter aggredita. Ha filmato i suoi aggressori

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

4 thoughts on “Il coraggio di Tetiana

  1. Reblogged this on Valerasmus.

    Posted by valerasmus | 26 December 2013, 16:14
  2. Più che il coraggio di una persona, qua si vede la vigliaccheria e la debolezza di un regime. Se un regime, è costretto a compiere atti come questi per trascinarsi nel tempo, ha una dose di paura non indifferente. Chissà come si saranno sentiti i “grand’ uomini” dopo aver picchiato in due una donna.

    Posted by Walter | 27 December 2013, 18:13
  3. Sono tre finora le persone arrestate dalla polizia ucraina con l’accusa di aver aggredito Tetiana Chornovil, la giornalista della testata online ‘Ukrainska Pravda’, vicina all’opposizione, picchiata ferocemente nella notte tra il 24 e il 25 dicembre. Si conosce il nome di uno solo dei tre: Serghi Kotenko, 29 anni, proprietario della Porsche Cayenne nera che ha fermato la reporter prima dell’attacco da parte di almeno due uomini. I presunti colpevoli rischiano da 7 a 10 anni di reclusione.

    Posted by pinoscaccia | 27 December 2013, 22:35
  4. Ed ecco, puntuale, la disinformatja. Metodo in cui Putin è un vero maestro.

    La polizia ucraina ha arrestato 5 persone sospettate di essere coinvolte nell’aggressione a Tetiana Chornovil, la giornalista dell’Ukrainska Pravda picchiata brutalmente nella notte tra 24 e 25 dicembre. Tra i sospettati c’è anche Oleksandr Kotenko, che farebbe parte di un gruppo criminale indicato dalle autorità di Kiev come “vicino” a Vitali Klitschko, ex pugile e leader del partito d’opposizione ‘Udar’. Affermazione alla quale Klitschko ha già replicato annunciando querela per “diffamazione”. Secondo quanto riferito dalla polizia, i cinque arrestati avevano “stretti contatti” anche con il partito di opposizione che fa capo alla ex premier Yulia Timoshenko, attualmente incarcerata. In realtà la giornalista era conosciuta per le sue inchieste contro il governo del presidente Viktor Yanukovich.

    Posted by pinoscaccia | 28 December 2013, 11:10

Leave a Reply to valerasmus Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: