you're reading...
guerre

Chi non vuole la pace

Israele, la sua lobby e il “nucleare iraniano”, un disco rotto che dura da dieci anni.

“I proclami si sprecano e il 28 maggio 2003 il ministro degli esteri russo Ivanov avverte della ripetizione dello schema della aggressione contro l’Iraq nel caso dell’Iran. E infatti il 31 maggio successivo Condoleezza Rice minaccia azioni contro l’Iran per il suo supposto appoggio al terrorismo, al gruppo Al Qaeda e per il suo programma di sviluppo nucleare. E inizia il balletto dei punti di non ritorno. [pipistro on line – Luoghi comuni – Tuesday, January 03, 2006]  

Con questa storia della difesa in realtà stanno sempre all’attacco, ormai è diventato un alibi per nascondere l’aggressività. Per cercare la pace bisogna parlare ed è delittuoso infilarsi sempre in mezzo a mestare. Oltretutto l’Iran forse ha il nucleare, dico forse, Israele ce l’ha già. E non mi fa stare per niente tranquillo, visto lo spirito guerrafondaio.  L’ultima minaccia

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

2 thoughts on “Chi non vuole la pace

  1. attaccano e piangono, attaccano e piangono, attaccano e piangono. Un disco rotto, sì.

    Posted by Twiggy (la rivoluzione estetica) | 3 October 2013, 13:50
  2. L’unico paese in cui aumenta la presenza di soldati Usa? E’ l’Italia

    In Italia gli investimenti militari di Washington non solo non si sono ridotti dalla fine della Guerra Fredda, ma addirittura sono in netto aumento“…

    MORE: http://bit.ly/1fUoUvt

    Posted by GiorgiusGam | 7 October 2013, 12:08

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: