you're reading...
terrorismo

Undici anni fa a “ground zero”

Arrivo di notte nella  “grande mela” ferita e frastornata. Trovo una città ancora gelata dal dolore. L’aspetto più agghiacciante è il silenzio. Si prega anche senza parole, semplicemente stando insieme, come in Union Square, proprio a ridosso dell’apocalisse. Vado sulla prima avenue, al Bellevue hospital, dove arrivano i feriti, diventato il punto d’incontro spontaneo di chi cerca qualcuno. Cartoline, biglietti, foto, fiori: hanno costruito quello che chiamano ormai il muro della preghiera che in realtà è un grande, angosciante monumento alla speranza infinita, purtroppo spesso l’illusione di ritrovare ancora in vita i propri cari. Tanti nomi italiani alla parete del pianto: Rossetti, D’Antonio, Di Leo, Caggiano, Tipaldi, La Martira, Ulissa Micciulli che cerca la cugina Deanna Galante. Centinaia di nomi italiani. Ma non è semplice cercare, nè capire in una metropoli dove di italiani d’origine ce n’è almeno mezzo milione. La madre di Michelle Scarpetta, 26 anni, chiede aiuto: “Lei stava al 95 piano, qualcuno l’ha vista?” E chi ha visto un’altra ragazza, Giovanna Gambale detta Gennie? “Lei stava più su, al piano numero 105”. La speranza. Tra fiaccole e lacrime anche balli, di una forza struggente contro tutte le violenze. Ma soprattutto canti: disperati, che invocano la pace. Si prega per chi non c’è più ma soprattutto per chi resta. Per il futuro del mondo.  New York, 13 settembre 2001

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

10 thoughts on “Undici anni fa a “ground zero”

  1. c’è poco da commentare. Assurdo e sconvolgente

    Posted by aurelianoflavio2 | 11 September 2012, 13:52
  2. Gente disperata che dalle finestre infuocate delle torri hanno scelto di farla subito finita lanciandosi nel vuoto…
    Sono immagini che ho impresso nella memoria e che le rivedo chiare come se fosse accaduto solo ieri…

    Posted by Maria | 11 September 2012, 14:57
  3. Undici anni fa era un martedì….

    Posted by irisilvi | 11 September 2012, 14:57
  4. Un futuro che non sembra essere migliorato da allora… ma per il quale c’è sempre la speranza che possa veramente diventarlo migliore…
    Undici anni fa migliaia di vite straziate…. e ricordi che non svaniranno mai…

    Posted by Patrizia M. | 11 September 2012, 15:48
  5. la distruzione delle torri gemelle é diventato il mezzo per causare il problema nelle viarie parti del mondo consentendo di mettere in atto la voluta reazione per giungere alla soluzione del problema precedentemente creato

    Posted by paolo dinucci | 11 September 2012, 16:52
  6. Ricordo che non avevo lacrime. Neanche oggi. Solo un’enorme nausea che sale anche oggi.

    Posted by vincenza63 | 11 September 2012, 17:53
  7. ..un “quadro di dolore”, dipinto per l’eternità…

    Posted by RENZA MARTINI | 11 September 2012, 20:10
  8. [OT Maltempo Nord Italia]: Previsione Estofex 24/25 Settembre

    …Current thinking is that an ongoing cluster of showers/thunderstorms approaches from S France (probably featuring a V-shaped MCS), which enters NW Italy until noon. The main risk with that activity will be excessive rain due to slow moving storms and abundant influx of moist Mediterranean air from the south. The tail-end of the MCS (e.g. along the coast of S/SE France) may be accompanied by isolated supercells with large hail and an isolated tornado risk, which was the reason for upgrading that part…

    MORE (GRAFICO): http://bit.ly/Q0m0Uc

    Posted by GiorgiusGam | 24 September 2012, 11:22

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: