you're reading...
sport

Olimpiadi: azzurri ottavi (28 medaglie)

Oro (8): Elisa di Francesca (scherma), Michele Frangilli, Marco Galiazzo e Mauro Nespoli (tiro con l’arco a squadre), Daniele Molmenti (canoa), Elisa Di Francisca, Valentina Vezzali, Arianna Errigo e Ilaria Salvatori (scherma), Jessica Rossi (tiro al piattello), Andrea Baldini, Andrea Cassarà, Giorgio Avola, Valerio Aspromonte (scherma), Niccolò Campriani (tiro a segno), Carlo Molfetta (taekowondo).
Argento (9): Arianna Errigo (scherma), Diego Occhiuzzi (scherma), Luca Testoni (tiro a segno-pistola), Niccolò Camprianni (tiro a segno-carabina), Alessio Battisti e Romano Sartori (canottaggio), Massimo Fabbrizi (tiro a volo), Clemente Russo (pugilato), Roberto Cammarelle (pugilato), Italia (pallanuoto).
Bronzo (11): Valentina Vezzali (scherma), Rosalba Forciniti (judo), Diego Occhiuzzi, Luigi Samele, Luigi Tarantino e Aldo Montano (scherma), Matteo Morandi (ginnastica), Vincenzo Mangiacapre (pugilato), Martina Grimaldi (nuoto- fondo), Fabrizio Donato (atletica- salto triplo), Mauro Sarmiento (taekwondo), Italia (pallavolo), Italia (ginnastica ritmica), Marco Aurelio Fontana (mountain bike).  Il medagliere completo Storie dei Giochi

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

3 thoughts on “Olimpiadi: azzurri ottavi (28 medaglie)

  1. un buon risultato… ci spaliamo sempre fango addosso, ma questi sono risultati che dovrebbero darci un pò di sveglia!

    Posted by aurelianoflavio2 | 12 August 2012, 23:13
  2. Chissà come sarebbe la classifica se contassimo pure i “quarti posti per un pelo”, tipo Ferrari e Cagnotto, per dire.

    Posted by Marco Alici | 13 August 2012, 08:12
  3. Anche in queste Olimpiadi ho potuto verificare quello che di cui parlo nel mio articolo Battere se stessi http://rtarsitano.wordpress.com/2012/03/19/battere-se-stessi/
    e per me questo è un grande insegnamento anche per i nostri figli e giiustamente come dice il motto delle olimpiadi Insire a generation

    Posted by rtarsitano | 13 August 2012, 11:16

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: