you're reading...
acid camera, legaioli, politica, sport

E l’Italia torna spaccata

Archiviamo gli europei, non perchè abbiamo perso la finale, ma perchè non se ne può più. Tanto il calcio è peggio della politica: ognuno vede le cose a modo suo e non c’è verso di spezzare il tifo. Paradossale Prandelli che si mette a parlare del Paese che deve cambiare: pensi a cambiare la Nazionale che è il suo mestiere. Terminata l’ubriacatura collettiva, si torna a pensare ai problemi di sempre che per alcuni sono drammatici. Tutti abbiamo brindato alla presunta vittoria di Monti a Bruxelles, ma pare che non sia cambiato proprio niente. L’Italia è messa male, anche perchè profondamente divisa: l’identificazione nazionale è stata solo una chimera sportiva. La destra che non sa dove andare, la sinistra sempre più spaccata, i grillini che imperversano e i legaioli di fatto ormai spariti. Maroni promette il rilancio, ma come può risollevarsi un partito che aveva puntato tutto sulla pulizia ed è stato sorpreso a rubare a mani basse? Oltretutto ci sono tanti zoticoni che ancora stanno a sentire il leader (ex) in canottiera che ha guastato pure il nuovo corso con dichiarazioni patetiche. Le solite, salvo la novità che non le ha accompagnate con rutti e pernacchie: “Non abbiamo rubato niente, i farabutti sono i romani. Imbecilli i leghisti che girano con il tricolore”. Intanto imbecilli sono quelli di Radio Padania che fanno il tifo per la Spagna manco fossero catalani, quando tifa Italia addirittura Borghezio, il più becero di tutti che ha scoperto Balotelli come vero padano, con la pelle scura. Ma li legge Bossi i giornali? Ma lo sa quanto e come rubavano undici imprenditori di Gallarate, (undici. mica uno) profondo nord? C’è solo un sistema per chiudergli la boccaccia: ricoverarlo.

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

98 thoughts on “E l’Italia torna spaccata

  1. Ricoverarlo sì, ma in una clinica privata. Vuoi che la sanità pubblica (cioè Roma ladrona) si accolli le spese?

    Posted by marisamoles | 2 July 2012, 17:13
  2. E’ quello che mi chiedo io, come si può continuare a credere in persone che si sono appropriate di denaro per far la bella casa, pagare finte lauree ecc ecc.
    Ma qualcuno con la testa un pochettino a posto lì in mezzo c’è oppure no, anche perché Maroni non mi convince per niente con la sua aria da buono… facile sia peggio di chi lo ha preceduto..

    Posted by Patrizia M. | 2 July 2012, 17:29
  3. Un ricovero a spese di quanto la famigliola ha appunto raggranellato !

    Posted by Lucio Gialloreti | 2 July 2012, 17:39
  4. Il tifo contro leggi

    Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 17:58
  5. Ahimè, un Paese che si ricorda di essere un Paese solo quando gioca a pallone non è un grande Paese. Nemmeno l’Europa che si ricorda di essere Europa solo agli Europei è un granché…

    Posted by Marco Alici | 2 July 2012, 18:02
  6. Me sa che sto callo ha fuso er ciarvello a morti. E noi poracci pagamo! Gabbia, che dichi quanno finisce sta storia strana?
    Io me so aresa.Me sa che quanno vado dillà me porto addietro incora ste storie.

    Posted by ceglieterrestre | 2 July 2012, 18:44
  7. buona sera a tutti mi importa poco del parere dei tecnici e dei tifosi che sostengono che abbiano giocato poco anzi per niente ma secondo me sebbene stanchi questa partita è stata una bella partita lo stesso . :)

    Posted by Rosaria | 2 July 2012, 19:11
  8. Tutto il resto è tristezza che resta a chi se la procura ciao

    Posted by Rosaria | 2 July 2012, 19:13
  9. Io pure mi sono arresa
    Parafrasando Pino Daniele, chist so pazz (i)
    …… nun nce scassate ‘o cazzo :)))

    Posted by sissi | 2 July 2012, 20:42
  10. Ancona: Il marito perde il lavoro, lei si arrampica su un traliccio sotto il sole cocente

    …Una situazione familiare diventata ormai ‘’insostenibile’’ che ha spinto la donna a compiere il gesto.Così si è arrampicata sul traliccio davanti alla Mole Vanvitelliana ed è rimasta lì, a lottare contro il caldo e rischiando di rimanere fulminata da una scossa elettrica…

    MORE: http://bit.ly/M100qa

    Posted by GiorgiusGam | 2 July 2012, 20:46
  11. concordo con Sissi non so quante notizie di violenza domestiche ho letto la scorsa settimana ma non c’era un articolo adatto dove postarle forse è stato meglio che Pino abbia sottoposto l’attenzione ad altre notizie già il caldo ti e ci abbatte

    Posted by Rosaria | 2 July 2012, 22:04
    • Le notizie del giorno stanno in Top News (dove si può commentare).

      Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 22:06
      • ok

        Posted by Rosaria | 3 July 2012, 10:10
        • Rosaria – ora questo è un Ot ‘richiamato’ da te – in questo paesetto sempre più incivile e degradato, la violenza è diventata punibile soltanto con gli arresti domiciliari e non più con la galera. – dove sono rinchiusi solamente i ladri di mele, e quelli per reati finanziari.
          Questa è l’unica cosa tornata ai tempi della prima repubblica…’aggiornata’ soltanto nella moltiplicazione per mille dei casi in argomento (si chiama involuzione).

          Posted by sissi | 3 July 2012, 11:05
  12. Angelo Panebianco in un editoriale sul Corriere parla di “fallimento delllo stato italiano dopo 150anni di unità:

    Altrettanto grave, e forse ancor più grave, è la condizione in cui versa lo Stato nazionale. Dopo centocinquanta anni di unità, il fallimento è evidente: la grande questione italiana, la questione meridionale, non ha mai trovato soluzione. La frattura Nord/Sud è più viva e forte che mai e, con essa, la distanza che separa certe regioni del Sud dal Nord d’Italia. Con la differenza che, un tempo, la speranza di venirne a capo mobilitava intelligenze, cervelli. Oggi non più. Non esiste più un pensiero meridionalista degno di questo nome. È subentrata la rassegnazione. Se verrà meno il vincolo europeo quanto tempo passerà prima che il conflitto territoriale esploda in forme incontrollabili? (A. Panebianco 21 giugno)

    Cacciari continua a spiegare che esiste una questione settentrionale e che ora, dopo la crisi dei partiti che in parte la rappresentavano, ancora più profondo sarà il divario tra nord e sud e accusa i partiti della sinistra di miopia politica per non avere pensato, guidato, governato il federalismo fiscale.
    Ora non mi pare che questi signori siano dei pazzi che vogliono dividere il paese ,ma tutti e due hanno lo stesso pensiero:l’euro è l’unico motivo per cui ancora il nostro paese non si è spaccato……

    Posted by irisilvi | 2 July 2012, 22:42
    • Il federalismo è una questione seria. Ma chi, politicamente, l’ha portata avanti si è rivelato un vero, grande, grezzo bluff.
      Non pensando al riscatto del nord, ma rubando come al sud.

      Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 22:47
  13. Non voglio pensare che la nostra decadenza morale ci sommergerà. Inevitabilmente. Mi piace credere che qualcosa di sano ancora potrà esserci, sotto le ceneri della vecchia politica, e che qualcosa dovrà succedere. Sia quel che sia.

    Posted by irisilvi | 2 July 2012, 22:54
  14. Ah ecco…appunto. Ma questa classe politica, frutto della precedente prima repubblica, non si merita nulla, nemmeno un minimo di credibilità o di turatura di naso di montanelliana memoria. Ora ti prego Pino non mi dire che perlomeno durante la prima repubblica avevamo degli statisti. Se fossero stati così lungimiranti e politici non avrebbero creato le basi per questo disastro e avrebbero contribuito a formare una classe politica, non questi quattro magna magna che nulla hanno fatto se non costruire uno stato fondato su quattro burocrati statalisti, mafia, clientelismo, nepotismo, ed inefficenza cronica.

    Posted by irisilvi | 2 July 2012, 23:18
    • Non è tutta farina del nostro sacco… Il golpe bianco è stato organizzato probabilmente oltre oceano. Per un motivo molto semplice: perchè quei pochi statisti che c’erano (perchè c’erano) hanno avuto il torto di guardare troppo dalla parte degli arabi. Cioè avevano visto dove stava il futuro… Poi è stato il caos. E oggi in Parlamento ci sono quattro mezze calzette.

      Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 23:21
  15. In Germania i giovani questo pensano di Hitler:

    http://www.today.it/rassegna/hitler-democratico-giovani-tedeschi.html

    Posted by Walter | 2 July 2012, 23:21
  16. Andreotti e Craxi guardavano verso gli arabi…

    Posted by irisilvi | 2 July 2012, 23:23
    • Già. Volevano spostare l’asse (economico). Non gli è stato permesso.

      Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 23:25
      • Per capire basta la metafora del panettiere. Allora siccome a casa mia (Europa) posso benissimo aprire dei forni (raffinerie) perchè non prendere il grano (greggio) direttamente dai contadini? E farmi il pane da solo? Eh,no! Solo gli amici americani possono trattare col contadino (arabo) e noi possiamo solo comprare direttamente il pane da loro. Chiaro il concetto? C’è stato un momento in cui il dollaro era carta straccia.

        Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 23:28
        • Si, all’ epoca di Andreotti al Governo, ma andava bene solo a chi doveva pagare i debiti in dollari.

          Posted by Walter | 2 July 2012, 23:34
          • Non dovevamo comunque più dipendere da quella moneta. Pazzesco a dirlo oggi, ma eravamo più ricchi. Ricordo bene la differenza fra i primi viaggi negli Stati Uniti quando tutto per noi costava un occhio della testa e dopo, con l’euro forte, in cui compravamo tutto quasi a metà prezzo. Figurati che anche gli autisti volevano euro (nei Balcani e poi in Medioriente), perchè lo sentivano più stabile.
            L’unico problema era l’esportazione perchè naturalmente agli americani, per lo stesso motivo, costava troppo comprare da noi.

            Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 23:39
          • e quindi ci sono sempre loro, gli americani, in questa guerra finanziaria in europa

            Posted by irisilvi | 2 July 2012, 23:44
          • Sì, credo di sì. I grandi gruppi finanziari sono sempre gli stessi. I famosi “rating” li fanno a New York. Hai visto com’era preoccupato Obama della crisi europea? Anche se la Germania fa la sua parte: da molte parti ho letto chi sarebbe il vero padrone della Merkel.

            Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 23:47
  17. Sempre per quel maledetto petrolio.

    Posted by irisilvi | 2 July 2012, 23:32
    • E’ il motore del mondo. Abbiamo deciso noi (occidentali) che tutto ruoti intorno all’oro nero. Senza capire che ne siamo diventati talmente schiavi che faremo una brutta fine, con gli arabi che piano piano ci mangeranno in testa. Basta saper leggere con attenzione quello che avviene nel mondo. Ha sempre comandato il più ricco.

      Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 23:35
  18. … il vero padrone della Merkel?

    Posted by irisilvi | 2 July 2012, 23:49
  19. Veramente Irisilvi, adesso si deve fare i conti pure con i cinesi. E’ per questo che sono aumentati i costi delle materie prime da un ventennio: acciaio, carbone, petrolio, gas. Da quando sono entrati loro nel mercato industriale.

    Posted by Walter | 2 July 2012, 23:49
    • Quante volte ho parlato di fine dell’impero occidentale? Da una parte l’islamizzazione, dall’altra la rincorsa orientale con la manodopera finora tenuta bassa: quanto durerà? Basti pensare che il debito americano è arrivato al 48 per cento, come dire che tra un pò non saranno più padroni di se stessi. E il 28 per cento dei creditori è cinese. Spaventa, perchè ancora noi dipendiamo da loro.

      Posted by pinoscaccia | 2 July 2012, 23:55
  20. Si si, una bella lotta tra americani e cinesi…
    La lobby avrà partecipato sicuramente alla campagna elettorale di Obama…
    ed ora dopo l’ennesimo, mio, crollo di speranze e vedute me ne vado a letto… parafrasando Benigni e Troisi “non ci resta che dormire”

    Posted by irisilvi | 2 July 2012, 23:58
  21. E buonanotte all’ Italia.
    in fondo… domani… è un altro giorno.

    Posted by Walter | 3 July 2012, 00:03
  22. Il caldo dell’inferno già c’è, in tutti i sensi. Brutto periodo questo per via di tasse… meglio dimenticare. Buonanotte

    Posted by irisilvi | 3 July 2012, 00:03
  23. E mejo se ce dormimo sopra tanto noiantri nun ce potemo fa’ gnente chiarooooooooooo?

    Posted by ceglieterrestre | 3 July 2012, 01:08
  24. Italians & Italo…

    …E gli americani ci prendono per il culo per il traffico caotico, le Smart parcheggiate “con fantasia” e i “troppi scooter” parcheggiati quà e là per Roma… Italian life… Tomorrow è un’altro giorno.

    Posted by GiorgiusGam | 3 July 2012, 08:53
  25. Beh Cacciari è del nord, quindi chiaro che difende i suoi interessi, ma Cacciari è anche quello che difende l’euro capendo (perlomeno) che ormai non si può certo più tornare indietro. (cioè alla lira).

    Comunque io vorrei tanto capire perchè ci si agitava tanto coi 150 anni dell’unità d’italia – per cui pare che uno non è mai abbastanza nazionalista… e bla bla bla- e nel contempo si vorrebbe il federalismo fiscale: è osare tanto chiamarla ipocrisia o sono io che non arrivo a capire le incoerenze?
    Certo gli statisti della prima repubblica non avrebbero prestato il fianco a un nord italia che, da sempre, ritiene l’italiano una seconda lingua….indovina indovinello qual’è la prima?
    Tanti “italiani” dovrebbero veramente guardare in casa propria prima, visto che al dunque tutte le scelte si riducono alla difesa dei propri soldini; ad americani e arabi in fondo sono affini.

    La Merkel, diceva Prodi, è terrorizzata in realtà.
    Tutti hanno capito che non tanto contro il capitalismo bisogna andare, ma verso forme diverse e più umane di capitalismo, ma le lobby, per ora, piuttosto mandano a picco tutto il mondo ma non credo abbiano intenzione di permetterlo.

    Posted by sissi | 3 July 2012, 09:11
  26. Ciao Giò me piace l’arronzà(ciabbattare)de le ciavatte de Verdone, je dona fa er romano spaparacchiato. Vabbè armeno ce fa fa’ du risate e de sti tempi mica ce fanno male.
    Pe er trafico è mejo che lasso perde’
    ‘N saluto a tutti l’amichi der brogghe ;)

    Posted by ceglieterrestre | 3 July 2012, 12:02
  27. FANTACALCIO !….mi chiedo: se avessimo vinto noi 4 a 0 quale sarebbe stato lo stato d’animo di tutti noi?
    Per esempio quale sarebbe stato il post di Pino al posto di questo ? :)

    Posted by marcelloululilupoulula | 3 July 2012, 14:44
  28. Marcè me sa che a morti je passavano pe ‘n giorno li dolori de panza de sta crisi. Pe antri er pallone se l’inzognaveno allesso eppoi ripassato ar sugo co du patate.
    Pemme è mejo che nun scrivo sinnò dico le parolacce
    ;)

    Posted by ceglieterrestre | 3 July 2012, 16:15
  29. A parte i complimenti agli azzurri, non sarebbe cambiato granchè nel post dove parlo di Italia come Paese. Una coppa non avrebbe certo cancellato Bossi e neppure i problemi. Poi io faccio il cronista, racconto i fatti e non i sogni.

    Posted by pinoscaccia | 3 July 2012, 16:19
  30. Grazie Giorgio, per questo video. Questi sono angeli veri. Servono anche senza il terremoto. Ci sono anziani che sono anni che non possono uscire di casa e grazie ai vicini ricevono aiuto, anche questi sono angeli. Amici ognuno di noi ha delle ali basta aprirle.

    Posted by ceglieterrestre | 3 July 2012, 16:23
  31. Meteo Italiano: Vorrei capire chi è il capoccione che decide i nomi alle pertrurbazioni… Da Caronte stiamo per entrare in Lucifero… Serve un esorcista per passare l’estate?!?

    Posted by GiorgiusGam | 3 July 2012, 18:23
    • Veramente me lo sto chiedendo da tempo anch’io ! Che fantasia …inferno a gogò!

      Posted by Lucio Gialloreti | 3 July 2012, 19:53
    • Dai… Giorgius veramente non sai da chi sono stati scelti i nomi di questi anticicloni? Niente di scientifico, nessun capoccione ma un sondaggio tra i lettori del Meteo.it, il sito più seguito in Italia… Il padovanissimo Antonio Sanò, patron del Meteo.it propone un sondaggio tra i suoi frequentatori del meteo e poi sceglie quello che gli pare più votato, più idoneo,più… che cavolo ne so…Già durante Caronte si sapeva di Lucifero…

      Posted by irisilvi | 3 July 2012, 21:04
  32. Ciao Giorgio, st’aspèrti der crima spedimoli tuttiquanti giù ne l’abbisso co er càllo che ce fa’ arostano bene. ;)

    Posted by ceglieterrestre | 3 July 2012, 19:03
  33. Niente, demoralizzata al massimo..stiamo veramente saltando per aria. La Spagna ha il 50% di disoccupazione, noi il 36 più quella giovanile, stanno tagliando ticket e ospedali, dipendenti statali e dirigenti, i negozi vuoti o che continuano a tirar giù la serranda, soprattutto non c’è più lavoro.
    Eccola la Grecia.
    E’ veramente il crollo dell’occidente, dopodichè ci si mangerà la Cina: i cinesi saremo noi.
    E tutto…per questa rincorsa folle ai soldi, i soldi, i soldi; da quando è nato il computer che è diventato tutto virtuale…i soldi virtuali, gli spostamenti di grandi quantità di denaro virtuali, nelle banche? virtuali, e tutto fondato non sul lavoro, ma sul denaro che genera altro denaro, i soldi che nascono dai soldi… è pazzesco.
    (e in america pare che abbiano già ricominciato, dopo i primi clamori…già hanno ripreso con tutto questo meccanismo contorto: non se ne esce).

    Posted by sissi | 3 July 2012, 19:28
  34. Giusto per capirne un pò di più…e inorridire. leggi

    Posted by pinoscaccia | 3 July 2012, 20:32
    • Già.
      (ma sono andata in blocco è inutile, è talmente lontano anni luce dal mio modo di ragionare…e oltretutto ne conosciamo solo una parte infinitesimale. Quando senti i vari approfondimenti in cui spiegano tutto… è peggio della filosofia: lì per lì ti pare di capire anche qualcosa, poi…il vuoto, tutto nero, non lo so ricostruire: ma che ha detto??? che stanno facendo, chi sono questi rating, ma loro dico loro, chi sonoooo????
      Non li sopporto più.

      Posted by sissi | 3 July 2012, 20:58
      • Sono i nostri carnefici, maledetti.

        Posted by pinoscaccia | 3 July 2012, 21:01
        • Capisci che NON si fondano sul lavoro?
          (poi da quando ho sentito parlare dei sicari degli stati a Report guarda… o delle scommesse sui fallimenti, no? una sorta di quest’altra porcheria qua).
          Non ho più parole sul serio, solo un rifiuto mentale che mi impedisce perfino di entrarci per capirne la superficie.

          E pensa quanto possono essere lontani loro, a loro volta, dal concepire un mondo fondato esclusivamente sull’Uomo – in senso filosofico, scientifico, spirituale, PRATICO.

          Posted by sissi | 3 July 2012, 21:18
    • Sinceramente non si capisce perché ancora la Consob non ritira la licenza a degli affaristi che si comportano come dei bottegai da MedioEvo. Dire che alla S&P fanno dell’ aggiotaggio economico per interferire nelle maglie della politica è poco.
      Dove era S&p nel 2008, all’ inizio della crisi? A fare quello che fanno adesso: gli incompetenti in malafede.
      Manco un Amministratore di infimo condominio si comporta in questo modo.
      Inaffidabili neanche se dicono che domani sorge il sole.
      Parere personale.

      Posted by Walter | 3 July 2012, 21:18
  35. Maledetti! che siano maledetti per il male che ci stanno facendo. Potevo godermi la vecchiaia invece devo stare ancora chiusa per lavorare e con questo caldo mi sento finire. Maledetti dovranno finire nel rimorso delle loro malefatte.
    Scusa Gabbià, ma se me capita uno de sti criminali lo faccio fori a mozzichi.

    Posted by ceglieterrestre | 3 July 2012, 21:26
  36. Eugenio Benetazzo, qualche annetto fa…

    Posted by GiorgiusGam | 3 July 2012, 21:59
    • E certo. Se chiedo un prestito a una Banca questa cosa da? un bene fittizio, aleatorio come i soldi. Ma cosa chiedono in cambio? Una garanzia di bene che ha sostanza, come la casa. Per cui, se decido di non pagare più il Mutuo, non possono dire niente. Storia simile è accaduta all’ epoca di Abramo Lincoln dove un creditore si rifiutò di pagare il debito verso una Banca per questo motivo e fece ricorso al pignoramento. La causa fu insabbiata, vuoi perché negli Stati Uniti la Giustizia va avanti con riferimento a casi pregressi (e questo non ne aveva), vuoi perché costituiva un pericoloso precedente. In effetti, i soldi non hanno valore reale. Al massimo, da quando c’ è l’ imprinting della Banca d’ Italia, si possono considerare dei titoli di credito. Nulla più.
      Bella fregatura.

      Posted by Walter | 3 July 2012, 23:18
  37. Vojo dà fòra tutto sto marciume che ce fanno magnà ‘gni giorno. Basta!!!
    So anni che scrivo che le banche so la nostra rovina.

    Posted by ceglieterrestre | 3 July 2012, 22:47
  38. buona sera a tutti e a Pino rivolgo una domanda che posto qui anche dopo aver letto il top news l’assassinio di Legnano che rimanda alle pagine di Larepubblica e quindi non ho spazio . Da un post vignetta della ns Viki su fb in cui la sua Mafalda chiede ai giornalisti che gli omicidi delle donne da parte dei compagni partner in genere non siano definiti come OMICIDI PASSIONALI C’è un altro modo visto che spesso il movente non è la gelosia ?

    Posted by Rosaria | 3 July 2012, 23:02
    • Ormai è definito “femminicidio” o qualcosa del genere.
      E’ più una disquisizione culturale che concreta. In realtà, molto spesso nascono dalla gelosia.

      Posted by pinoscaccia | 3 July 2012, 23:14
      • Le disquisizioni culturali, ammesso che lo siano, sono anche e soprattutto concrete comunque eh.
        Diciamo che il problema è che spesso sono soltanto ammantate come tali, nella banalità più assoluta, nella psicologia spicciola e povera di contenuti, con pretese d’intellettualizzare (e relative forme di violenza sull’individuo, del quale non si riesce a coglierne il vero Io….ma gli si proietta addosso la propria reinterpretazione PERSONALE, come in certe forme di psicoanalisi retrograde e applicate in chiave esclusivamente materialistica)..

        Posted by sissi | 4 July 2012, 11:40
      • Ciao grazie bhè un cambiamento esiste in quei casi di cronaca sarà così ma spesso anche dalla depressione insomma secondo me un termine generico è sicuramente migliore poi ovviamente dipende dal caso Invece quali sono i mestieri che ormai nei giornali non esistono più ? Il correttore di bozze so ed è anche l’unico che conosco ormai scomparso :)

        Posted by Rosaria | 4 July 2012, 12:01
  39. Gabbià grazzie pe l’agliuto. Me sa che se li pijamo a mozzichi c’avvelenàmo.Bona notte

    Posted by ceglieterrestre | 4 July 2012, 00:38
  40. [OT Medioriente] Plutonio sulla kefiah di Arafat, rispunta l’ipotesi di omicidio

    …La scoperta torna dunque ad alimentare i sospetti sul presunto avvelenamento dell’ex leader palestinese. I circa 50 medici che hanno avuto in cura Arafat non hanno mai saputo dare una spiegazione esatta delle regioni del rapido deterioramento delle sue condizioni di salute…

    …Il plutonio è la stessa sostanza radioattiva che fu utilizzata nel 2006 a Londra per avvelenare l’ex spia russa Alexander Litvinenko…

    MORE: http://bit.ly/MH8w1Z

    Posted by GiorgiusGam | 4 July 2012, 07:59
  41. Anche in questo l’Italia è spaccata… FORTUNATAMENTE :)))

    “Un falegname può battere la globalizzazione”
    Il mantovano Paolo Ponti e il mobilificio senza burocrazia.

    ….”Era inutile comprare software gestionale o altre diavolerie, dovevamo mettere in connessione la testa e le mani dei nostri dipendenti”.
    Il falegname nel Ponti-pensiero è di conseguenza una figura leonardesca, sospesa tra antico e moderno, tra Rinascimento e globalizzazione. (…)
    A San Giacomo Po nasce dunque un esperimento che quasi crea una nuova figura professionale, il «falegname evoluto» come lo chiama Paolo, un esempio di quella ricomposizione tra lavoro manuale e intellettuale che i sindacalisti di ogni epoca hanno sempre sostenuto senza vederla mai realizzata.

    Puntano sulla specializzazione produttiva tipica dei distretti e della migliore tradizione del made in Italy ma la realizzano a modo loro: la ricerca della qualità non li autorizza ad alzare il prezzo più che si può, come fanno gli altri. Il loro è un prodotto di tradizione artigianale e italiana veramente «democratico».

    ….e non vuole diventare fornitore Ikea per non farsi spremere come un limone…..

    http://www.corriere.it/cronache/speciali/2012/buonenotizie/notizie/falegname-che-sconfigge-la-globalizzazione-di-vico_e040ac50-c59d-11e1-9f5e-4e0a5c042ce0.shtml

    (Corriere.it)

    Posted by sissi | 4 July 2012, 09:26
  42. Aggiungo: il suo modo di concepire il lavoro, di ESSERE, di instaurare collaborazione tra dipendenti e imprenditore, senza sfruttamento e senza profitto ma con reciproca solidarietà…. è esattamente a immagine della Triarticolazione Sociale di R. Steiner.
    “La ricerca della qualità non lo autorizza ad alzare i prezzi più che può, come fanno gli altri” – sottolineato (che anzi delocalizzano aziende ancora produttive in vista dell’obiettivo SOLDI) e, suppongo, non si sente un martire del (mancato) federalismo fiscale….

    La perenne opposizione tra “capitale” e “lavoro” cessa di esistere, o meglio, ritrova la sua armonia “tra lavoro intellettuale e manuale”, dato che il capitale, come dice la parola stessa, è in rapporto con la testa….cioè l’incarnazione e la manifestazione di FACOLTA’ e CAPACITA’, in cui tutti i lavoratori svolgerebbero insieme la funzione di datore di lavoro e dipendenti di se stessi, e non sarebbero più strumenti passivi nelle mani di coloro che li hanno comprati e li utilizzano a loro piacimento. – perchè farne oggetto di compravendita equivale a ridurre in schiavitù….li si compra e li si vende, come in passato si compravano e vendevano uomini che diventavano oggetti 24 ore su 24, oggi li si compra e li si vende per 40 ore a settimana.
    E invece il lavoro è frutto della qualità più sacra nell’uomo che è la sua CREATIVITA’, e non è “vendibile” ma è il diritto di ognuno di mettere a frutto le sue capacità a disposizione della comunità per la sua evoluzione……

    Come al solito la risposta è…INDIVIDUALE. (che si instauri o no la triarticolazione sociale, ognuno può metterla in pratica nella sua vita stessa, e prima o poi il mondo cambierà).

    Posted by sissi | 4 July 2012, 10:01
  43. Anche questa dedicata a Bossi: mi pare Varese sia …leggermente in Lombardia, lontanuccio da Roma.

    Posted by pinoscaccia | 4 July 2012, 12:39
    • Figurati tanto nell’evasione fiscale, vera ‘unità d’italia’ DA NORD A SUD, nel mezzo ci sono quelli che hanno sempre pagato tutto fino all’ultimo centesimo a pagare anche per loro.
      Persone innocenti che finiscono nel calderone generale, e da INNOCENTI finiscono stritolate nello stesso meccanismo.
      Eh ma…non a caso esistono i giornali e trasmissioni televisive come “Report” e “Mi manda Raitre” per evidenziare la vera REALTA’, senza falsi vittimismi da una parte e paraculate da quattro soldi dall’altra.
      (nonchè i “famigerati” giornalisti tanto cari a Bossi & Co ;)))))

      Posted by sissi | 4 July 2012, 13:32
    • Anche Buccinasco mi pare in provincia di Milano, Lombardia. Dove sarebbero allora i ladroni? video

      Posted by pinoscaccia | 4 July 2012, 18:44
  44. Quel paradiso della Germania.

    Posted by pinoscaccia | 4 July 2012, 12:41
  45. Sisma nel Mar Ionio Magnitudo 4.7

    …Paura fra la popolazione della Sicilia e della Calabria, specie settori orientali della regione, con molta gente che, avvertita la scossa, è corsa in strada. In Sicilia il sisma è stato distintamente avvertito fra Ragusa, Catania e Siracusa….

    MORE: http://bit.ly/KZVV9R

    Posted by GiorgiusGam | 4 July 2012, 14:30
  46. Buon giorno a tutti stavo leggendo i vs commenti tutti diversi intanto mi sono segnato quello barocco di Sissi proprio in quanto tale …

    Posted by Rosaria | 4 July 2012, 14:35
  47. Per Giogius Cam Meteo Italiano: Vorrei capire chi è il capoccione che decide i nomi alle pertrurbazioni… Da Caronte stiamo per entrare in Lucifero… Serve un esorcista per passare l’estate?!?
    RE …NO “E quindi uscimmo a riveder le stelle”

    Posted by Rosaria | 4 July 2012, 14:42
  48. Gli sfratti stanno diventando una grande piaga sociale, questa è una delle tante sfaccettature della crisi che stiamo vivendo.
    Gabbià nun ce dovemo meravija se quarche pòro disperato se butta da la finestra, se da fòco, s’impicca co ‘na cappiòla ar trave der cesso, oppuro pija er fucile e fa ‘na stragge.
    Er paradiso de le uri, sta dréntro de noantri e accosto accosto, nun bisogna guarda morto a la larga.
    Mo ar posto de le botteghe de quartiere de ‘na vòrta, ce so sale da gioco e compro oro è liscio indove stamo annà?
    Quann’ero regazzina ar gioco de l’otto se giocava sortanto ‘na vorta a la sittimana. Mo quanti poracci pe tentà la furtuna e crede de sbarcà er lunario sprecano l’urtimo euro che cianno drénto la saccoccia?
    Granne cojoneria!
    Mica hanno capito che la sòra befana nun esiste.
    Lo stàto, le banche co tutto l’accompagno apprèsso ce stanno a portà ar collasso ce trovamo listesso don Farcuccio co ‘na mano… gabbià ‘na vera babbilònia. Sai che penzo? Che a sti sgrassatori je piajasse ‘n corpo a tuttiquanti. franca bassi

    Posted by ceglieterrestre | 4 July 2012, 14:48
  49. Ciao Rosaria :)))
    (grazie per il barocco, mi piace)
    Ti ho letto con attenzione,di là, e a parte che sono stanchissima stasera per tentare qualsiasi ragionamento, ti dirò che sono completamente sfiduciata: ho capito che ognuno pensa soltanto agli affari suoi, e soprattutto è un mondo veramente di merda…becero e corrotto.
    Su queste basi, dovrei essere più coerente con me stessa, e non prendervi parte nemmeno per criticare…mentre per approfondire o altro non ne vale davvero lo spreco di energie.
    Ciao, un caro saluto! ;))

    Posted by sissi | 4 July 2012, 22:38

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: