you're reading...
immagini

La bambina del napalm

Questa bambina che sfugge dal napalm, in Vietnam, si chiama Kim Phuc: adesso vive in Canada, è sposata con un connazionale ed è madre di due figli. Uno lo ha chiamato Huan, speranza.  Quella fotografia, 40 anni fa

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

8 thoughts on “La bambina del napalm

  1. Sapere che è sopravvissuta e ha potuto avere un futuro illumina un po’ questa giornata. Grazie!

    Posted by vincenza63 | 3 June 2012, 17:11
  2. E’ sempre lei, piccola con le braccia protese. Quando ho visto questa foto, qualche giorno fa, ho pensato che allora ci si può riscattare e che la vita ciò che toglie qualche volta lo da. Il suo sorriso dice molto. Brava.

    Posted by irisilvi | 3 June 2012, 18:19
  3. ciao a tutti che bella foto quest’ultima è rassicurante trasmette serenità il mio pensiero va a questi ultimi giorni che stiamo vivendo Sembra sempre che tutto vada a intrecciarsi più e tanti disastri messi insieme su diversi fronti e sempre più provocazioni di diverse nature da più parti. Secondo me non aiuta la nostra società . L’augurio sincero è che per tutti noi italiani di trovare un po’ di serenità secondo me ne abbiamo bisogno senza questa i problemi non si risolveranno mai …;(

    Posted by Rosaria | 3 June 2012, 21:06
  4. [OT Terremoti] Nuovo sisma in Emilia, nuovi crolli in edifici lesionati, nuovo incubo infinito per i terremotati…

    MORE (VIDEO – Update): http://bit.ly/LdGESs

    Posted by GiorgiusGam | 3 June 2012, 22:48
  5. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Posted by icittadiniprimaditutto | 3 June 2012, 23:28
  6. Una foto che è storia, sapere che ce l’ha fatta è bellissimo

    Posted by Patrizia M. | 3 June 2012, 23:41
  7. Bolle de sapone

    Pe’ li nipoti mii…
    Oggi so’ finita drénto
    ‘na bolla de sapone.
    Me sento svolazza’
    dar vento su ner celo azzuro
    fino a la cima de li monti.
    Accòsto c’è ‘n aquilone
    de carta colorata.
    Che bello!
    Me pare ‘n ucèllo vero.
    Sta vòrta fijetti mii
    co’ l’immàgginazione
    me so’ spuntate
    puro ‘n paro d’ali.
    Me riccomanno nu ve
    scordate mai!
    “Ne la vita nu so’ li sordi
    che conteno
    ma so’ li valori umani
    li tesori veri.”
    E quanno ve sentite tristi
    fate listesso nonna vostra
    co’ du bolle de sapone
    e co’ la fantasia pijàte er volo
    filici annate ner celo
    inzième a loro.

    franca bassi

    Posted by ceglieterrestre | 4 June 2012, 13:37

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: