you're reading...
tribù

E il mondo com’è?

Sogno di vivere in un mondo senza frontiere e senza paure dove la guerra è un ricordo di un vecchio passato. Sogno di vivere in un mondo dove non esistono bombe né kamikaze, dove una madre non versa lacrime sul viso insanguinato di un neonato. Sogno di vivere in un mondo dove gialli neri bianchi e rossi si tengono tutti per mano, dove cristiani musulmani ed ebrei pregano nello stesso luogo, illuminati dalla stessa luce che irradia tutti i giorni i cuori dei bambini. (Hafez Haidar)

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

16 thoughts on “E il mondo com’è?

  1. Per fortuna che abbiamo la nostra fantasia, ancora possiamo descrivere e desiderare un mondo pulito,senza guerre e senza violenza. Guai a non sognare, ci resterebbe poco da gioire.

    Oltre la rete

    Oggi i miei occhi
    hanno visto molta luce.
    Il cielo si è sposato con la terra.
    Gli alberi le case
    hanno smarrito i colori.
    Guardo oltre la rete
    e mi chiedo dov’è
    finito il cielo azzurro?
    Cerco il verde degli olivi
    solo una casa lontana
    lascia sull’immagine
    una pennellata di vita.
    Qualche orma profonda
    ha ferito la neve.
    Tutto intorno riflette
    i miei occhi sperano
    che la bianca neve
    cancelli per sempre
    il rosso del sangue
    e il dolore delle guerre.

    Franca Bassi

    Posted by ceglie | 8 February 2012, 11:14
  2. Il mondo si divide in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio ma i cattivi da svegli si divertono di più.
    Woody Allen, Effetti collaterali, 1980

    Posted by marcello | 8 February 2012, 11:19
  3. solo un grande, bellissimo, irreale sogno…appunto.

    Posted by RENZA MARTINI | 8 February 2012, 11:34
  4. Strani giorni ci hanno trovati
    Strani giorni ci hanno catturati
    Distruggeranno
    Le nostre gioie occasionali
    Continueremo a giocare
    O troveremo una nuova città.

    Strani occhi riempiono strane stanze
    Voci segnaleranno la loro esausta fine,
    La padrona di casa sta ghignando
    I suoi ospiti dormono dopo aver straviziato

    Ascoltami parlare del peccato
    E tu sai che è così (…)

    (Jim Morrison)

    Posted by sissi | 8 February 2012, 11:39
  5. Grazie Gabbiano, mi dispiace che c’è qualche sbaglio, ma quando scrivo in diretta mi capita.Un caro saluto

    Posted by ceglieterrestre | 8 February 2012, 14:28
  6. il mondo che vorrei esattamente come è scritto nel post, un sogno che vorrei tramutato in realtà, ti ricordi Pino ? “se ognuno di noi salvasse un bambino potremmo salvare il mondo , grazie di farci sperare che anche le utopie possono diventare realtà

    Posted by lorena | 8 February 2012, 15:50
  7. Il mondo è come è. Come ci è stato consegnato dalle generazioni prima di noi, e sarà come noi lo consegneremo a quelle che vengono dopo di noi. Punti di vista.

    Posted by Walter | 8 February 2012, 23:06
  8. Il problema è proprio questo forse: che lo consegneremo piuttosto rovinato.

    Posted by pinoscaccia | 8 February 2012, 23:13
  9. Già. Le generazioni future avranno di che lamentarsi nei nostri confronti.

    Posted by Walter | 8 February 2012, 23:19
  10. Oppure può essere anche così…

    http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2012/8-febbraio-2012/missione-orsacchiotto-sub-tornano-nave-190319

    un bimbo che dorme stretto al suo orsacchiotto da quando è senza la mamma
    …i vigili del fuoco che non esitano un attimo a tornare nella nave affondata per ritrovare quell’orsacchiotto senza il quale il bimbo non dormiva più…trovandolo!
    (lacrima…e un bel pensiero di amore al bimbo e a quegli angeli… compresa la sua mamma)

    Posted by sissi | 9 February 2012, 00:47
  11. Copertina. Etna, la lava sulla neve.

    Posted by pinoscaccia | 10 February 2012, 00:01
  12. Che spettacolo!

    Posted by ceglieterrestre | 10 February 2012, 02:00
  13. OT la situazione Siriana è un vero disastro umanitario, anche oggi è un bagno di sangue…ma tutto tace, o quasi…troppo presi a far tornare i nostri conti ( parlo di OCCIDENTE ).Gli Usa chiedono uno stop alle violenze AZZ CHE SFORZO ! fanno quasi tenerezza dopo anni di interventismo militar/petrolifero.

    Posted by marcello | 10 February 2012, 12:49
  14. Come te lo approvo Marcello
    poche parole…hai detto tutto.

    Posted by sissi | 10 February 2012, 12:59

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: