you're reading...
tribù

Il male non va mai in vacanza

Sembra che a Natale tutto debba fermarsi, cioè tutto il male del mondo. Non è certo per la mia anima da cronista che annoto episodi tragici anche in una giornata che dovrebbe essere di pace e di fratellanza. Sono le notizie che scelgono noi e non viceversa. Un omicidio, forse per rapina, a Lipari, la  camorra scatenata a Napoli, una strage condominiale a Potenza. Per non parlare dell’odio (venti morti per una bomba in Chiesa in Nigeria), della disperazione (quaranta vittime fra i migranti a Cuba) e delle disgrazie (cinque ragazzi morti sulla strada a Cosenza). Poi ci sono le vittime che non si vedono, quelle che muoiono letteralmente di fame e a cui nessuno pensa. Sono sincero: mi ha infastidito il festival fotografico della signora Elsa Monti, la moglie del premier, ripresa a fare la spesa al mercato come qualsiasi buona massaia. Solo che molte buone massaie non hanno neppure i soldi per fare la spesa. Ma in fondo che importa?

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

14 thoughts on “Il male non va mai in vacanza

  1. Sottotitolato: avremo ancora il gas…il prossimo Natale per poter almeno cucinare le verdure dell’orto?
    (non è una battuta).

    Posted by Sissi | 25 December 2011, 13:13
  2. Comunque il ministro Fornero ha obiettivamente spiegato il “perchè” hanno cominciato dalle categorie più deboli mentre non è stato possibile partire dai più ricchi (per quanto rimangono inspiegabili oltre che non giustificabili certi stipendi d’oro non ridotti bensì raddoppiati e triplicati): perchè i più ricchi ‘scompaiono’ troppo facilmente che è impossibile scovarli, dalle società all’estero a intestazioni altrove…insomma non lo so come fanno, ho capito solo che sembra oggettivamente difficile e quasi impossibile, per adesso, rintracciarli, ci vogliono almeno due-tre anni e invece qui…bisognava agire subito – perfino le tredicesime, oltre agli stipendi stessi, erano a rischio perchè non ci sono più soldi: cioè siamo proprio agli sgoccioli…capito?
    Quello che invece non ho capito, è che da quel dì….. che si sapeva che ci sono miliardi che spariscono ogni anno, che ci sono ricchi ben dissimulati, che qui stavamo sull’orlo del tracollo: “perchè” non si è cominciato quei due o tre anni fa con le dovute “ricerche di settore”, tanto per non arrivare ad azzerare, adesso, l’intero Paese?

    Posted by Sissi | 25 December 2011, 13:32
  3. Intanto si susseguono le notizie dal fronte infinito.
    Almeno 20 persone sono rimaste uccise e 50 ferite in un attentato suicida nella città di Taliqan, nel nord dell’Afghanistan. Lo si apprende da fonti di polizia. L’attacco suicida è avvenuto durante un funerale.

    Posted by pinoscaccia | 25 December 2011, 14:13
  4. Natale a Baghdad.

    Natale a Kabul.

    Posted by pinoscaccia | 25 December 2011, 16:29
  5. No, il male non si ferma mai. Anzi che lo causa, non si riposa mai.
    Un saluto ai ragazzi in Afghanistan.

    A volte ho la leggera impressione che dietro attentati e guerriglie, in certi paesi, ci siano dietro interessi economici o petroliferi…..
    Buon proseguimento

    Posted by gianluca | 25 December 2011, 20:01
  6. …cronaca di un giorno di ” ordinaria follia”…..

    Posted by RENZA MARTINI | 25 December 2011, 21:56
  7. Drammatico che anche Natale diventa un giorno “ordinario”.

    Posted by pinoscaccia | 25 December 2011, 22:10
  8. Dici bene, Pino: drammatico che Natale possa diventare giorno “ordinario”…Del resto molte sono le persone e le famiglie che il 25 dicembre hanno avuto poco da festeggiare.Penso alla madre di Alessandro, che in un istante ha visto distruggere la sua famiglia da un pirata della strada, alle famiglie degli imprenditori suicidi per i debiti contratti ( e er i creditinon riscossi da uno Stato che chiede insaziabile, ma non restituisce se non con tempi biblici), a chi ha perso la casa a causa di catatrosfi naturali.
    Non deve essere facile per queste persone trovare ancora motivo di festeggiare e vedere gli show fotografici della nostra “prima sciura” (visto che Monti è lombardo) equivale, sostanzialmente, ad uno schiaffo in faccia.

    Posted by Barbara Brunati | 26 December 2011, 11:23
  9. Mah… la foto della signora Monti al mercato non l’ho propriamente e volutamente commentata, perchè non so mai da quale “metro” provengono certi giudizi, nè posso giudicare un’attività, ahimè, sempre più ridotta, ma altrettanto comune a tutti, come quella di andare in un mercato a far la spesa.
    Ma siccome non mi sfuggono mai, nell’arco della vita, tutte quelle limitatezze umane contrarie all’eleganza, e soprattutto contrarie alla libertà e alla spontaneità dell’essere, mi diverto a chiedermi quanto sottile sia quella linea di confine tra i due aspetti pessimi che il grosso dell’umanità persiste a manifestare (e tra i quali non riesco proprio a decidermi… su quale trovo più insopportabile):

    1. “il presepe” imbiancato… da un manto di moraleggiamenti perbenisti e piccini dall’apparenza…fintamente idilliaca; cui appartiene anche, in altre forme, l’ostentazione: sempre di per sè volgare…a prescindere

    2. e quando invece, nella mancanza più assoluta dei sopracitati atteggi, si vorrebbe sopprimere la gioia e la leggerezza di un momento qualunque, la spontaneità…..con un trionfo finale di venusiana bellezza, l’umorismo sorridente di un altro…trasformandoli in ‘insulti’ e altrettanti ‘affronti’ verso di sè.

    ???
    …in mezzo…c’è la cosiddetta famosa e insubordinata ‘classe’ ;-)

    (il Natale non mi rende affatto più buona! :-) ma sulle note della canzoncina “è Natale..non-soffrire-piùù…” io ubbidisco: divento sempre più..insofferente ;-)

    Posted by Sissi | 26 December 2011, 15:31
  10. Un nave italiana è stata catturata dai pirati. Si tratterebbe di un mercantile, catturato al largo delle coste dell’Oman. Secondo le prime informazioni è la Enrico Ievoli dell’armatore Marnavi di Napoli.

    Posted by pinoscaccia | 27 December 2011, 10:59
  11. Etiopia: 11 anni di carcere a due giornalisti svedesi

    …Martin Schibbye e Johan Persson erano stati arrestati, lo scorso luglio, dopo essere entrati in Etiopia dalla Somalia con il gruppo di ribelli del Fronte di Liberazione Nazionale di Ogaden, che lotta per la secessione…

    MORE: http://bit.ly/ty3Kkx

    Posted by giorgiusgam | 27 December 2011, 12:27
  12. Intanto, ecco cosa succede in Siria

    Posted by pinoscaccia | 2 January 2012, 18:04

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: