you're reading...
egitto

La democrazia egiziana

Il Cairo – Immagini sconvolgenti, che hanno fatto il giro della rete, mostrano il brutale pestaggio di una giovane, durante le violenze scoppiate nuovamente in piazza Tahrir. La manifestante viene trascinata e picchiata con manganelli, calci e pugni dai militari intervenuti per sedare la rivolta. Video

Ogni volta che leggo (e vedo) queste cose, orripilanti, ripenso a quella signora che si inalberò perchè ebbi l’ardire di mettere in discussione la cosidetta “primavera araba”. Ecco i risultati, meglio l’inverno.

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

10 thoughts on “La democrazia egiziana

  1. Caro Pino i militari son essere umani dappertutto e non fanno la democrazia né in Egitto né altrove….: si sentono “forti” perchè hanno le armi in pugno. Non vedo il nesso con la cosiddetta primavera araba che veramente potrebbe chiamarsi inverno (o autunno) arabo, visto che ieri in Tunisia si ricordava il primo anno dall’inizio della Rivoluzione del Gelsomino…

    Posted by Anna | 18 December 2011, 19:36
    • Parlare di primavera presupponeva l’inizio di una nuova stagione. Dopo Mubarak ecco i risultati. Comandano i militari e se va bene arrivano quei bravi ragazzi dei salafiti. Insomma, per gli egiziani la rivoluzione ha portato finora lutti e sangue, altro che democrazia.
      I militari esseri umani? Guarda le immagini e poi ne riparliamo.

      Posted by pinoscaccia | 18 December 2011, 20:01
  2. Bella primavera! Ma la signora non sapeva che le ..mezze stagioni non esistono più?

    Posted by luciogialloreti | 18 December 2011, 19:46
  3. “ebbi l’ardire di mettere in discussione la cosidetta “primavera araba”. Ecco i risultati, meglio l’inverno” meno male che qualcuno ha il coraggio di dirlo!

    Posted by gianluca | 18 December 2011, 19:52
  4. ” rivoluzione di Facebook” l’avevano strombazzata, ma in rete sembra tutto facile. Ci vuol altro per scrollare d’un botto un sistema che mugugnando si è sopportato per decenni. Chi li ha illusi è colpevole quanto i poliziotti, forse anche di più perché il poliziotto sottostà a degli ordini.

    Posted by mcc43 | 18 December 2011, 23:21
  5. Già, tutto ormai si fa su internet. Come se tutto poi fosse vero.

    Posted by mynameisvenus | 18 December 2011, 23:23
  6. Per fortuna, ad immagini vergognose come quelle sopra, si contrappongono anche situazioni di questo tipo:

    http://www.corriere.it/esteri/11_dicembre_18/burchia-poliziotto-autobus-donna_ea6e0d7c-2975-11e1-b27e-96a5b74e19a5.shtml

    Posted by Walter | 19 December 2011, 00:52
  7. Un angelo.
    E un omaggio al grande Vaclav Havel.

    Posted by Sissi | 19 December 2011, 02:11
  8. Che ne pensi di questo commento letto ora su Il Secolo XIX: …
    ecco l’articolo: http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2011/12/20/AOBC6WXB-egitto_quattro_morti.shtml

    Posted by Anna | 21 December 2011, 12:09
  9. Beh, più che un commento mi sembra una raccolta di notizie. Conferma che la situazione è drammatica. E che c’è molta rabbia.

    Posted by pinoscaccia | 21 December 2011, 15:45

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: