you're reading...
acid camera, veleni & veleni

Chissà

“Si applaudono soltanto i luoghi comuni, mentre sarebbe il caso di coltivare l’atrocità del dubbio” (Pasolini)

“Le varie forme di violenza sono funzionali l’una all’altra. La violenza di strada serve contro il potere, ma in quanto violenza ha dei tratti in comune col potere, e la gente comune percepisce più le somiglianze che le differenze” (Carlo Gubitosa). dal blog di Mauro Biani

“(…) Quando usi la violenza dentro le manifestazioni puoi anche mettere a ferro e fuoco una città, fare terreno bruciato intorno a te, “conquistare” una piazza per qualche ora, ma hai irrimediabilmente perso. E’ il sistema contro il quale immagini di lottare che ha vinto su tutti i “fronti”, reali e simbolici, a cominciare da quello più importante di aver potuto trasformare le questioni politiche in questione di ordine pubblico, cioè nel suo ordine (…) “. Pasquale Pugliese

La vignetta di Pietro Vanessi

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

71 thoughts on “Chissà

  1. Lo hanno fermato, come si dice in ambienti giudiziari, in flagranza di reato, mentre lanciava sassi contro la polizia. Accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, annessa comunicazione ai familiari. Ed è a quel punto che, in questura, hanno strabuzzato gli occhi. Perché uno dei protagonisti della guerriglia che ha incendiato per ore le strade della Capitale, a un primo accertamento, risulta figlio d’un funzionario della Banca d’Italia. Istituzione nel mirino di tutti, Indignati e black-bloc, ancorché con forme diametralmente opposte. (Tratto da: Informare per Resistere)

    Posted by roberto altavilla | 19 October 2011, 00:59
  2. Sono gli stessi di allora.

    Posted by irisilvi | 19 October 2011, 08:45
  3. [OT Terremoti] L’AQUILA: IL DAY AFTER IL TERREMOTO 3.3
    DE LUCA, INGV ”ALTRE SCOSSE? POSSIBILE”

    …“Dal mio punto di vista, ovvero di sismologo, quella di ieri sera è stata una scossa forte – spiega Gaetano De Luca, responsabile della rete di monitoraggio abruzzese dell’Ingv – Non lo dico oggi, ma dall’agosto del 2009, che ci saremmo dovuti abituare a eventi sismici anche di forte intensità dopo il 6.3 del 6 aprile 2009. Una scossa come quella di ieri sera, oltre che dalla popolazione, è stata registrata bene anche da stazioni di rilevamento che sono lontane dalla città anche in un raggio di 150 chilometri”…

    MORE: http://bit.ly/romlLt

    Emsc-Csem seismic LIVE: http://www.emsc-csem.org/#2

    Posted by giorgiusgam | 19 October 2011, 10:33
  4. Mi auguro che prevalga …il buonsenso .

    Livorno, sabato 22 ottobre. No a alla crisi e alla guerra
    Quando:
    22.10.2011 – 22.10.2011 16.30 h
    Categoria:
    Manifestazioni

    Descrizione

    MENTRE LA CRISI CI STRANGOLA LA DISOCCUPAZIONE CRESCE E I TAGLI DEVASTANO IL SOCIALE.. AUMENTANO LE SPESE MILITARI!!!

    SABATO 22 OTTOBRE concentramento ore16.30 in P.zza Garibaldi
    BASTA GUERRA: MILITARE, SOCIALE, ECONOMICA!
    LIVORNO SCENDE IN PIAZZA CONTRO CRISI, GUERRA E SPESE MILITARI!!!

    Sabato 22 ottobre ci sarà come ogni anno a Livorno la parata militare dei nostalgici di El Alamein, con l’occupazione mattutina dello stadio e pomeridiana della Rotonda d’Ardenza per il solito sfoggio di armi e strumenti di morte.

    Nell’ottobre del 2010 una grande manifestazione unitaria, per la prima volta in quella occasione, portò in piazza l’opposizione al militarismo, alla guerra, alle spese militari, ai tagli e ad ogni nostalgia fascista, contro gli attacchi alla scuola pubblica ed ai lavoratori. Rispetto allo scorso anno la situazione per le fasce più deboli e più povere della popolazione si è solo aggravata. La concertazione e le manovre finanziarie del governo affondano sempre più le mani nelle tasche dei lavoratori e delle lavoratrici. Con il ricatto del debito si impone a chi già è sfruttato di pagare sulla propria pelle il mantenimento dei privilegi della classe politica, di Confindustria e dei padroni, dell’esercito e dei settori militari.

    Le spese per gli armamenti nel 2010 hanno raggiunto i 23 miliardi e mezzo di euro, 29 miliardi sono stati investiti per acquistare aerei caccia, caccia bombardieri F-35 ed elicotteri da guerra. Questa primavera la guerra imperialista alla Libia combattuta anche dalle forze armate italiane, ha portato con le bombe morte e devastazione in Libia e devastazione sociale in Italia con montagne di euro spese per finanziare la “missione”. Quindi la necessità di scendere in piazza il prossimo 22 ottobre è ancora più forte, in quanto ci troviamo di fronte ad un duro attacco agli strati popolari, ai lavoratori, ai precari, agli studenti, ai disoccupati, ai pensionati, ai migranti.

    Nei giorni scorsi alcuni singoli e organizzazioni che lo scorso anno hanno partecipato alla costruzione del corteo cittadino contro la celebrazione di El-Alamein, si sono ritrovati per un incontro preliminare nel quale tutti i soggetti hanno rinnovato la propria intenzione e il proprio impegno per costruire quella giornata di lotta.

    Per questo è importante tornare in piazza il 22 ottobre, costruendo una manifestazione che si inserisca nel più generale percorso di lotta contro la crisi imposta dai governi e dai padroni.

    Un percorso di cui la manifestazione nazionale a Roma del 15 ottobre costituisce un momento fondamentale di lancio verso l’autunno del conflitto sociale. Crediamo fondamentale anche che il 15 ottobre in Italia non debba essere la data della rappresentanza in nessuna sua forma, ma un momento di espressione dal basso che renda possibile anche un rilancio della conflittualità territoriale. Per questo lavoreremo affinché sul nostro territorio il 15 ottobre si fonda con le annunciate proteste studentesche cittadine e con le agitazioni dei lavoratori della prima metà del mese e sia un trampolino di lancio verso la manifestazione cittadina del 22 ottobre.

    Sabato 22 ottobre Manifestazione con concentramento P.zza Garibaldi ore 16.30

    Comitato promotore 22 ottobre

    Posted by franca | 19 October 2011, 11:37
  5. Eh..speriamo.
    Perfino in america se ne sono resi conto.

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 11:42
  6. Ieri Maroni ha intrattenuto il Senato con un peana ai poliziotti picchiati. Sacrosanto il peana, un po’ meno il pulpito. Maroni è stato condannato a 4 mesi e 20 giorni per aver picchiato alcuni agenti della Digos. Ed era imputato con Bossi, Calderoli e altri noti pacifisti per aver organizzato la Guardia nazionale padana armata di tutto punto, almeno finché il governo B. depenalizzò l'”associazione paramilitare a scopo politico” e li salvò tutti. Qualcuno ha preso le distanze? (Marco Travaglio da il Fatto Quotidiano)

    Posted by roberto altavilla | 19 October 2011, 13:19
  7. MA QUANT’E’ CHIC FARSI ARRESTARE IN DIRETTA TV

    Naomi Wolf, una delle più famose femministe americane, è stata fermata ed ammanettata dalla polizia newyorchese mentre stava manifestando ieri sera insieme ad una cinquantina di indignati di ‘Occupy Wall Street’. Il fermo si è verificato nei pressi degli Skylight Studios di Manhattan dove il Governatore dello Stato, Andrew Cuomo, ha ricevuto un premio dell’Huffington Post.La Wolf, che non ha rispettato le indicazioni della polizia, è stata portata via in manette insieme ad un suo amico. La scrittrice, che possiede un blog sullo stesso Huffington Post, era presente alla premiazione di Cuomo, una cerimonia presieduta da Arianna Huffington. La Wolf è diventata famosa con il suo ‘Il Mito della Bellezza’, venduto in milioni di copie in tutto il mondo.

    Posted by roberto altavilla | 19 October 2011, 13:22
  8. A proposito di sciccherie… mi sa che vi siete persi la Dell’Olio ieri sera a Porta a Porta – visto un pezzetto, mezza insonnolita…
    Menomale.

    o è meglio ‘chiccherie’? sì mi sa di sì

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 13:27
  9. Questo è meno chic, anzi un pò shock (a proposito, è un collega di Pino):
    Tratto da: ILTEMPO.IT

    “Negli scontri di sabato i black bloc mi hanno bruciato la bicicletta che era l’unico mezzo che avevo per spostarmi. Ora come faccio? Mi hanno rovinato. Pedalare mi serviva per muovere le gambe e non sentirmi male». Gennaro Vaccaro ha 63 anni ed è invalido civile. Soffre di diabete scompensato, per non sentire dolori alle gambe deve tenerle in movimento. Non avere più la bicicletta per lui è una tragedia. Il signor Vaccaro era giornalista, la società editrice dove lavorava è fallita. Oggi dorme nel centro di accoglienza Madre Teresa di Calcutta in via Assisi, vicino alla stazione Tuscolana, che accoglie per la notte i senza dimora. Ogni giorno va alla mensa della Caritas di Colle Oppio. Sabato scorso era proprio lì. Aveva lasciato la bicicletta in via Merulana vicino a un supermercato. «Sono arrivato alle 13. Dopo qualche ora volevo andare a comprare i medicinali alla farmacia di fronte – racconta Vaccaro – ma non potevamo uscire dalla Caritas. Fuori c’era il finimondo. Era troppo pericoloso. Quando la sera ci hanno fatto uscire la bicicletta era stata bruciata. Gli addetti del supermercato hanno visto tutto. Mi hanno raccontato che si erano scagliati contro le auto, i motorini e anche la mia bici. Era una mountain bike nera. L’avevo comprata un anno fa da un amico pagandola 260 euro. Era l’unica cosa che avevo. Non so come fare». L’ex giornalista disoccupato ha chiamato il numero messo a disposizione dal Campidoglio per segnalare il danno subito. Dovrà fare denuncia ai carabinieri per poter poi chiedere il rimborso. «Spero di riavere la bici», dice disperato, «quelle persone sono degli sciacalli, le manifestazioni si fanno con umanità, serietà e dignità. Non così». Invece i black bloc non si sono fatti tanti problemi.”

    Posted by Walter | 19 October 2011, 13:50
  10. Che tristezza.

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 13:57
  11. Se non riceve subito il rimborso… la facciamo noi una colletta per ricomprargliela più bella di prima.
    Parola.
    (poi li portiamo dove sta lui, sennò, insomma non lo so come organizzare in termini pratici).

    E così come controlliamo, stavolta, che vadano a buon fine tutti i risarcimenti di chi ha perso anche l’auto. Nel senso di tenere i riflettori accesi.. sui rimborsi, non una di quelle tante cose che poi finiscono nel dimenticatoio.

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 13:57
  12. AI TEMPI BELLI


    ignazzioooooo


    alemanno-gasparri


    maialone ferrara 1


    maialone ferrara 2

    Posted by roberto altavilla | 19 October 2011, 14:32
  13. Anch’io.Il Gabbiano potrebbe farci da tramite.Sempre se condivide l’iniziativa.

    Posted by franca | 19 October 2011, 14:36
  14. Per principio sono contrario alla raccolta di soldi, da sempre. Come si fa, chi ci pensa? Quanto vuoi che costi una bicicletta? Il Comune di Roma potrebbe rimborsarla in un attimo. Spingiamo per questo.

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 14:39
  15. Sennò tu, Franca, sai perchè: siccome è una responsabilità che nessuno vuole quella di raccolta soldi, per tutti i dubbi antipatici che si potrebbero insinuare e poi proprio perchè è una grande responsabilità, invece tu… che sei carabiniere quindi! potresti, se ti va, aprire una di quelle..schede prepagate, come si chiamano, e noi li inviamo a te. E poi qualcuno, non so chi, li porta a lui. Una cosa così. O chi per te, insomma, ma essendo sempre… carabinieri però, che dici?
    vabbè, ora vediamo intanto se lo rimborsano… sennò tramite Pino poi, che è saggio.. vediamo, non voglio ora crear casino.

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 14:41
  16. Grazie… per te, lo so che hai un cuore materno ;)))

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 14:48
  17. hahaha !!! Dalle foto si capisce chiaramente che abbiamo i black bloc al governo.
    E non dimentichiamo Silviuzzu che inercettato mentre parla con La Vitola dice di voler fare qualcosa che addirittura va oltre i black bloc : assediare la Procura di Milano.
    Altro che “er pelliccia”…………

    Posted by MouseOnMars | 19 October 2011, 15:11
    • Infatti abbiamo il premier che ci meritiamo!

      Posted by irisilvi | 19 October 2011, 15:57
    • Fabrizio Filippi detto Er Pelliccia – non può diventare il simbolo della generazione degli Indignati.
      Non sono proprio tutti così, i ventenni di oggi. …. Vedrete tanti ragazzi che studiano, si battono, cercano lavoro e non lo trovano. E quando lo trovano è perché accettano orari duri, stipendi ridicoli, posti precari…..da questo bla bla delgi adulti non è uscito un fatto concreto. I ragazzi hanno tutto il diritto di essere arrabbiati. non di essere violenti, una degenerazione della rabbia che diventa capro espiatori perfetto di una società fondata sull’emotività delle immagini, invece che sulla profondità dei gesti e delle parole. Massimo Gramellini.

      Posted by pina | 19 October 2011, 16:21
      • Sicuramente, sarebbe molto triste se i giovani d’oggi fossero tutti come Filippi. Ma Filippi non stava con gli indignati, stava dalla parte dei violenti, si è comportato da violento. E non aveva nessun diritto di sfasciare tutto.

        Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 17:26
  18. Il giorno che non nomini B. ti do un premio.

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 15:13
  19. La protesta torna a invadere le piazze delle città greche. È cominciato lo sciopero generale di 48 ore convocato da sindacati e movimenti 1 contro le misure di austerity del governo che dovrebbero essere approvate domani. Ad Atene, in piazza Syntagma, i manifestanti cercano di raggiungere il Parlamento, scontrandosi duramente con la polizia. Per strada sfilano centinaia di migliaia di persone. Tutto il Paese è fermo, per quella che si prefigura come una delle maggiori proteste sociali degli ultimi anni. articolo

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 15:20
  20. Solidarietà al popolo Greco.

    Posted by MouseOnMars | 19 October 2011, 15:51
  21. Sono vicina al POPOLO GRECO con tutto il cuore.

    Posted by pina | 19 October 2011, 15:58
  22. ANCHE IN GRECIA LA PROTESTA DURANTE LO SCIOPERO DIVENTA VIOLENTA: STESSO SCHEMA, STESSI DANNI DI ROMA – CASCHI, BASTONI, MOLOTOV CONTRO 5000 POLIZIOTTI IN TENUTA ANTISOMMOSSA – MA LÌ LE VIOLENZE SONO AVVENUTE FUORI DAL CORTEO, CHE È PROSEGUITO PACIFICO E INCAZZATO CONTRO L’AUSTERITY.

    Posted by roberto altavilla | 19 October 2011, 17:34
  23. Uno dei gruppi si chiama Brigata Giuliani tanto per segnare il legame con i “fratelli” italiani…..

    Posted by irisilvi | 19 October 2011, 17:38
  24. infatti sembrava di stare a roma, o forse a roma sembrava di stare ad atene…. ma almeno lì le differenze sono nette fra violenti e manifestanti

    Posted by roberto altavilla | 19 October 2011, 17:40
  25. Questa è veramente grave, quasi surreale.

    Entrano in una ventina nella filiale, sono presumibilmente clienti di questo o di quel gruppo bancario, vogliono chiudere simultaneamente i loro conti correnti. E’ una delle nuove forme di protesta, del tutto legale, che hanno adottato i militanti di Occupy, la piattaforma in cui si riconoscono tanti indignados americani, contro il sistema finanziario, a loro avviso colpevole di voler «scaricare» il debito sui più deboli. Nella giornata delle manifestazioni planetarie di sabato, l’hanno dunque messa in pratica a New York. Ma non è andata bene. Se da Chase, grande colosso bancario d’America, non c’è stato alcun problema, il manager della filiale li ha fatti entrare e chi voleva chiudere il conto l’ha chiuso, ben diversamente è finita dal concorrente Citibank. Gli impiegati si sono rifiutati di aderire alle richieste dei manifestanti, 24 in tutto, e hanno fatto chiudere le porte dell’agenzia in Laguardia Place, tra Soho e il Village, chiamando il 911, il nostro 113. La polizia è intervenuta, ha identificato e poi arrestato tutti i presenti con l’accusa di violazione di proprietà privata e resistenza all’arresto. video

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 19:00
    • Questo è importante.Speriamo sia solo l’inizio ,vediamo se gli si strizza il lato b a qualcuno.Aderisco in toto a queste forme di protesta non violente.

      Posted by irisilvi | 19 October 2011, 19:04
  26. Se lo facessimo tutti, sfuggendo agli squali, sicuramente sarebbe molto più efficace della distruzione di un bancomat.

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 19:10
  27. Questa è violenza…da parte di Citibank e nell’arresto di liberi cittadini che hanno tutto il diritto di chiudere il proprio conto corrente. Nel contempo… ho sentito parlare di “azzeramento del debito” con l’intenzione di dichiarare default, e di far chiudere tutte le banche: ma guardate che, come diceva anche Gad Lerner, dichiarare default non è un giochetto eh. Anche se ci stiamo andando comunque verso questa direzione…ovviamente, essendo proprio il fulcro del caos e della crisi, ma non è questo il modo di azzerare per ricominciare da capo. Dichiarare fallimento… significa finire con inflazioni stellari e carta straccia al posto di quei quattro soldi. Significa finire come l’Argentina.
    Dovremmo poter azzerare il debito, nel senso che l’Europa allo stato attuale ha fallito, ma ricominciando con i soldi…. non senza. Chiaro che non si può continuare a nutrire le banche in eterno, tanto poi il sistema non cambia mai: le banche sono già state aiutate l’anno scorso, mi sembra. Ma chiedono ancora e ancora e ancora…. ovviamente sono loro il Potere. Nello stesso tempo sappiamo benissimo che, come già detto da Report tempo fa, ci sono miliardi in giro per il mondo… di evasioni, di cui le stesse banche tacciono il nome. Da qui…. da andare a recuperare il denaro dove sta… bisogna ripartire, non da default e guerre civili che inevitabilmente ne scaturirebbero! secondo me, ma parlo da inesperta logicamente.

    Cioè, vedete come tutto continua a snodarsi tra capitalismo e anticapitalismo? anzichè capire che vanno studiate nuove forme di sviluppo e dicapitalismo più UMANE……??? Anche Giuseppe De Marzo lo dice! Ha PROPOSTE concrete anche! che non le ho sentite e capite bene, anche perchè non lo fanno quasi parlare….. ma spero tanto Gad Lerner lo rinviti nuovamente alla prossima puntata! E se proprio chiedono da dove si prendono i soldi per il reddito di cittadinanza…. sai che gli dico? dalla Borsa. tiè. (provocazione….)

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 19:23
  28. @ Pino… non stiamo giocando, scusa è.
    Se crolla tutto… crolla tutto. Non serve neanche il mattone perchè quei soldi…. alla fine della seconda guerra mondiale li portavano direttamente in giro con le carriole. Insomma forse ti ci prendi un caffè. Non so se mi spiego…

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 19:32
  29. ecco che ritorna l’orticello di cui parlavo ….

    Posted by pina | 19 October 2011, 19:39
  30. e non sto scherzando. c’è già chi si sta attrezzando. Io torno al mio paesello nativo, definitivamente.
    un quadrato di terra, che per difenderla diverremo “terroristi” ;) due galline, una pecora, e forse una mucca. e poi si procede con il baratto.

    Posted by pina | 19 October 2011, 19:51
  31. …che poi ti ricordi Giorgius qualche tempo fa con … era un video? non mi ricordo bene, insomma: senza luce nè gas? pure! perchè nel “default”…. e col grande Scontro che si va preparando… (usa-cina) voglio vedere come si mette con russia e ucraina, pure.

    Posted by Sissi | 19 October 2011, 19:58
  32. @ Pina
    Il tuo è un vero investimeno sul futuro. Torneremo indietro di 40 – 50 anni quando chi aveva un pezzo di terra con 4 animali era già fortunato.
    E poi cosa c’è di meglio del vivere a contatto con la natura. Di giorno si lavora la terra che rende più sani e belli, e la sera , con il silenzio ritorvato per l’assenza di televisone pc e telefonini , giù a fare figli come i coniglietti. ahahahaha !!! :)

    Posted by MouseOnMars | 19 October 2011, 20:59
  33. Bravo, così si combatte (piacevolmente) anche la crescita zero ;)))

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 21:02
  34. Concedetemi un minuto,sono frastornata..vivo in questo momento due mondi opposti.Mio figlio e altri ragazzi in convento che coltivano l’orticello,senza TV,le loro giornate sono dedicate all’ascolto e all’aiuto dei più deboli. e sono felici. Altri giovani della stessa età sono confusi,insofferenti cattivi,senza futuro e come mamma sono preoccupata e dispiaciuta per loro. Ma una via di mezzo,mi chiedo non è proprio possibile?

    Posted by naide | 19 October 2011, 21:21
    • Naide,con gli occhi dell’anima, vedo tuo figlio ed i suoi confratelli coltivare il loro orticello in …perfetta letizia.
      E dopo giorni di immagini piene di violenza, è balsamo che lenisce,ristora, conforta…e fa sperare.

      Posted by franca | 19 October 2011, 23:16
    • Non parlatemi di vie di mezzo che mi viene (seriamente) l’orticaria!!
      Io è una vita che sono ‘frastornata’ Naide… ;)))
      Per certi versi invidio tuo figlio infatti, ho capito che deve aver trovato proprio una grande luminosa serenità. Però io non potrei mai… e pure mia madre si chiede se esiste una via di mezzo, almeno per me… che, tranne la violenza, dice che vivo come un pendolo: da sotto zero a tremila da tremila a sottozero (solo che poi si ferma sempre sullo zero! :(((
      che dire? io non le concepisco granchè le vie di mezzo…mi fanno un effetto strano… faccio sempre l’esempio di quando sono passata da un ballerino francese e strade..senza orari, su e giù per le vie del centro con quei trampoli di tacchi, cappellini strampalati, velluti e sigarette e calici di vino, ambizioni da attrice! ahhh…la Libertà! per finire poi in un attico e superattico con un ‘miliardario’ che però lavorava, lavorava… mi metteva un po’ di… angoscia. Insomma o ambiti molto bohemièn… o ambiti allora proprio ricchi di successo e gloria, tranne che con i ‘comuni mortali’: Perchè?
      Chissà! In un’altra vita magari:)))

      per oggi mi sento di dedicarvi questa però! quanto mi piace.. mette il buonumore!!

      salutini, e un pensiero dolce a tuo figlio, e lui… digli se ci dedica un pensierino anche per noi!

      Posted by Sissi | 20 October 2011, 12:09
  35. Sai che le tue parole sono un pugno allo stomaco? Perchè fanno riflettere: seriamente.
    Forse pecco di poca speranza, ma quel che penso io è che purtroppo a questo punto non è più possibile. Forse in un nuovo mondo, chissà.

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 21:25
  36. Non puoi permetterti di essere così pessimista.Non lo puoi fare.Se leggendo Naide,ciao bella, ti senti colpito è perchè sai che in fondo,piu’ in fondo fino a raschiarlo il barile, c’è sempre una fievole luce.Naide ce lo dice,ce lo insegna pure attraverso le scelte di suo figlio.Saranno giuste o meno ,ognuno puo’ pensarla come meglio crede,ma danno l’idea che esiste sempre una possibilita’.Non esiste un nuovo mondo migliore,qui in terra,questo abbiamo.(vi voglio bene)

    Posted by irisilvi | 19 October 2011, 21:36
  37. Vabbè, ritiro tutto e torno al mio abituale ottimismo (nonostante tutto).

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 21:38
  38. Grazie AMICI, vi voglio bene!!

    Posted by naide | 19 October 2011, 21:43
  39. superHOT

    Carla Bruni Sarkozy ha dato alla luce questa sera una bambina, il suo nome sarebbe Dalia.

    Menomale, siamo tutti contenti. Così non rompono più le scatole.

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 22:15
  40. Nel significato dei fiori I simboli attribuiti alla Dalia sono riconoscenza e buon gusto. Mi sembra appropriato .per la Carlà

    Posted by pina | 19 October 2011, 23:43
  41. Non capisco, ma mi adeguo ;)))

    Posted by pinoscaccia | 19 October 2011, 23:46
  42. A proposito di carla’ e dalia’ :dalla tv francese
    i greci usati come cavie della crisi economica mondiale

    Posted by irisilvi | 19 October 2011, 23:51
  43. arrivo tardi nella discussione!
    Certo che black-bloc e anarco insurrezionalisti, non si riposano un momento!
    Sabato a Roma, ieri ad Atene…. magari domenica rovineranno anche la manifestazione di no tav…. fanno davvero un lavoro massacrante!
    Io gli consiglierei di prendersi una pausa, un pò di sano relax… in una miniera di sale!

    Posted by gianluca | 20 October 2011, 01:39
  44. Dopo la conferma della custodia cautelare in carcere per Leonardo Vecchiolla, il 23enne di Ariano Irpino fermato sabato 22 – ritenuto tra i partecipanti all’assalto al blindato dei Carabinieri a Roma, durante la manifestazione degli Indignati del 15 ottobre – nuovo arresto giovedì per il rogo della camionetta in piazza San Giovanni. A San Miniato, in Toscana, i carabinieri hanno bloccato un giovane antagonista, 28 anni, riconosciuto grazie ai video: è il black bloc che nelle foto viene immortalato mentre butta benzina all’interno del veicolo dove si trovano due militari dell’Arma. Per lui come per l’universitario Vecchiolla, l’accusa è di tentato omicidio. foto

    Posted by pinoscaccia | 28 October 2011, 13:35

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: