you're reading...
reporter

Orrore in Messico: giornalista decapitata perchè denunciava i narcos sul web

Maria Elizabeth Macias Castro, 39 anni, è stata trovata decapitata. La sua colpa, se le prime informazioni verranno confermate, è stata quella di non aver temuto i cartelli del narcotraffico e di aver condotto su internet una battaglia continua contro di essi. Siamo a Nuevo Laredo, una città di confine nel nord-est del Messico, nello stato di Tamaupilas. Si tratta di una delle regioni più pericolose al mondo.  Maria era una giornalista, caporedattore del quotidiano locale “Primera Hora”. Il suo assassinio è l’ultimo segnale di come la violenza dei narcos abbia imparato a cercare le sue vittime anche su internet, un terreno che fino a qualche tempo fa era ancora un baluardo sicuro da cui denunciare il crimine organizzato. E lei lo faceva. Utilizzava il sito “Nuevo Laredo en Vivo” invitando chiunque ad avere coraggio e parlare. Sul portale, anche i numeri della polizia federale e delle Forze armate.Uno degli ultimi messaggi pubblicati da Maria era stato: “Ieri sono stati salvati sei ostaggi. Continuiamo a denunciare”. Una voce fastidiosa che i cartelli della droga non hanno esitato a spezzare. Maria era sparita venerdì scorso. Il suo cadavere è stato trovato il giorno seguente.

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

2 thoughts on “Orrore in Messico: giornalista decapitata perchè denunciava i narcos sul web

  1. il narcotraffico! un’altra piaga incancellabile ; speriamo vengano presi provvedimenti drastici una volta per tutte
    ma ho seri dubbi…….

    Posted by marcello | 28 September 2011, 14:24
  2. Peccato! una fine orrenda, ha lottato per la libertà della mente e del corpo. Resterà viva nel cuore dei giusti.

    Posted by ceglie | 29 September 2011, 02:29

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: