you're reading...
terrorismo

Quell’email da Oslo

Ci sono neonazisti, neofascisti, teste rasate, razzisti, predicatori di odio contro islamici, rom ed ebrei. Ci sono politici di estrema destra, giovani ultras delle curve e integralisti religiosi che sognano nuove crociate cristiane. C’è un intero blocco di militanti e dirigenti di Forza Nuova, dalle basi regionali alla sede centrale. Ma c’è anche l’ignaro carrozziere di Sassuolo, la negoziante di scarpe monzese, la scuola elementare di Bolzano o l’esoterico allevatore di “blatte da pasto” per serpenti.  Poco prima di scatenare le sue stragi, Anders Behring Breivik, 32 anni, il terrorista di destra norvegese che nel pomeriggio del 22 luglio ha ucciso 76 innocenti tra Oslo e l’isola di Utoya, aveva spedito un’e-mail con un appello a diffondere il suo manifesto ideologico: un proclama di 1.500 pagine per combattere «l’islamizzazione dell’Europa». Il messaggio è partito dal suo computer alle 14.08. Alle 15.25 la capitale norvegese veniva squarciata dalle prime esplosioni, seguite dal massacro di decine di giovani laburisti.Nell’allegato, Breivik teorizzava «l’uso del terrorismo come mezzo per risvegliare le masse» e si aspettava di passare alla storia come «il più grande mostro dopo la seconda guerra mondiale». L’e-mail, con un messaggio introduttivo di 82 righe in inglese, è stata inviata a un migliaio di indirizzi tra Europa e Nord America. In Italia l’hanno ricevuta almeno 117 destinatari. Breivik scrive di averli selezionati su Facebook tra i suoi «amici» o tra gli «amici di un mio amico».  dall’Espresso

 Meditate gente, meditate. E attenti alle email. Non accettate mai consigli dagli sconosciuti.

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

4 thoughts on “Quell’email da Oslo

  1. considerato che le teste di…. ciamo simili a quella di quel pazzoide, non mancano, io mi preoccuperei un pò

    Posted by Gianluca alias Aureliano Flavio | 11 August 2011, 20:29
  2. E si. Questi sono un gruppo di veri folli. Se qualcuno riesce a sfruttarli, riunendoli in una setta o in qualche loggia massonica possono essere molto pericolosi. C’è chi lo sta già facendo. Breivik ha fatto solo una cosa di positivo. Ha rivelato all’intero mondo la potenzialità criminale di quel sottobosco neo-nazzista a cui molti guardano solo come folcrore.

    Posted by MouseOnMars | 11 August 2011, 23:19
  3. Un “insegnamento” che è costato un centinaio di morti.

    Posted by pinoscaccia | 11 August 2011, 23:27
  4. Carini però i poliziotti norvegesi, molto efficienti e pronti

    Posted by pinoscaccia | 12 August 2011, 18:10

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: