you're reading...
acid camera

Il mondo

“Viviamo in un mondo talmente schifoso, che peggio non potrebbe essere” (Achille Campanile, 1965). E invece…

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

7 thoughts on “Il mondo

  1. …e come se non bastasse oggi ho avuto una pessima giornata di lavoro. Non ne parliamo proprio… :(

    Posted by Marco Alici | 4 August 2011, 18:15
  2. e invece tutto sembra concorrere a dipingere il mondo ancora peggiore….

    Posted by barbara brunati | 4 August 2011, 18:15
  3. …..e invece incroci il sorriso di un bimbo
    lo sguardo illuminato dal sole al tramonto
    la cortesia di una persona all’incrocio di una via
    una risposta che aspettavi……no il mondo non è sempre così schifoso ,solo alcune volte….

    Posted by irisilvi | 4 August 2011, 18:15
  4. non è il “mondo” schifoso, siamo noi uminidi da quattro soldi che siamo schifosi….soldi fama potere arroganza crudeltà cinismo etc etc etc…

    Posted by marcello | 4 August 2011, 18:21
  5. …e invece un giorno entri in un ospedale, vedi un bimbo in un letto. Non lo conosci. Ha gli occhi chiusi da qualche anno ormai. Non li aprirà più, forse. Gli tocchi un braccio. Il suo papà ti guarda, sorride. Indica il macchinario dei battiti cardiaci di suo figlio e spiega: “Sono saliti, si è accorto che ci sei. E’ emozionato “. Quel cuoricino che batte più forte me lo ricordo tutte le volte in cui penso che il mondo sia troppo schifoso…. ;-)

    Posted by mara azzarelli | 4 August 2011, 18:47
  6. Forse il peggio del peggio ancora non lo abbiamo visto e vissuto… Tocchiamo “fero”, visto anche quello che sta succedendo in questi ultimi mesi nelle borse mondiali. Quel gruppetto di grandi ribassisti internazionali, dal preoccupante sapore di “nazi-talebani digitali”…

    Posted by giorgiusgam | 4 August 2011, 21:40
  7. …e invece “al peggio non c’ è mai fine”, diceva tal Valerio Massimo, secoli e secoli fa.
    Chissà, i tempi di oggi forse sono solo didattiche e blande esercitazioni, a qualcosa di molto pratico.
    Da qualche parte deve pur esserci scritto: “fine della strada”.

    Posted by Walter | 5 August 2011, 14:27

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 18

[dal 18 ottobre 2001]
Visite totali circa 7 milioni

Categories

Archives

L’ultimo libro

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno segnato le sorti del secolo breve. Da una parte il führer, con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall’altra il campione della famiglia italiana, il duce, che si innamorò di Claretta Petacci, forse una probabile spia degli inglesi. Poi la fine, ancora avvolta da misteri. Hitler e Mussolini, uniti dall’odio, dall’illusione di una conquista universale, da una fine tragica e da due amori maledetti. Sicuramente feroci, ma con infinite debolezze, spietati, ma fragilissimi.

%d bloggers like this: