you're reading...
malagiustizia, reporter

Gli intoccabili

I cronisti giudiziari sanno, fin da bambini, che l’unico sistema per avere le carte è aspettare che le passi qualche magistrato amico  (o il suo ufficio). Se pensate che il registro degli indagati è coperto dal segreto istruttorio mi dovete spiegare come fanno a uscire sui giornali anticipazioni spesso ignote agli stessi indagati. Insomma, è un antico sistema per sparare pubblicamente accuse specie quando gli elementi probatori sono scarsi e si punta sulla grancassa mediatica. Va tutto bene finchè a essere toccati non sono loro stessi, cioè i magistrati. La signora Ilda Boccassini, quando si indagò sulla sua vita privata, si scagliò come una paladina a favore della privacy personale smentendo la sua fama di pm “senza se e senza ma”. Nell’ultima inchiesta ha messo sotto controllo praticamente mezza Italia, ma appena un giornale ha ricordato la sua vicenda amorosa cos’è successo? Che la giornalista che ha pubblicato quel remake è stata perquisita in merito a un presunto abuso d’ufficio (l’incartamento usciva dal Csm), è stato sequestrato il computer suo e quello del figlio, buttata all’aria la redazione del quotidiano con una tempestività degna di miglior causa, come si diceva una volta. Non entro nel merito della questione, ma certo questa velocità quando si sfiora uno di loro conferma che l’ultima reale casta del Paese è quella dei togati, che credono di potersi permettere tutto, sopra chiunque. Come divinità. E addirittura si sentono in diritto di rivendicare la propria intoccabilità. Con la scusa di difendere la libertà intaccano l’unica autentica libertà che è quella della stampa. La notizia Proteste trasversali

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

145 thoughts on “Gli intoccabili

  1. FACEBOOK, COMMENTO 1

    Questo è proprio il tipo di notizia che porta acqua al mulino di chi (giustamente) è inquisito per fatti ben più gravi.
    La questione non è l’esistenza o meno di un reato (abuso d’ufficio) quanto la velocità con cui certe code non vogliono essere pestate, costi quel che costi.
    Complimentoni a chi si fa parte diligente per perdere la fiducia della gente normale, quella che aspetta anni per avere giustizia e il cui fascicolo parcheggia tranquillamente per anni. FRANCESCO PIPISTRO

    Posted by latorredibabele | 1 February 2011, 13:59
  2. FACEBOOK, COMMENTO 2

    Hai proprio ragione Francesco, che autogol da parte della magistratura! La cosa preoccupante è che siamo davvero di fronte ad un degrado istituzionale scioccante. Lasciando stare la Presidenza del Consiglio (per la quale ho finito le parole di disgusto), anche le altre istituzione sembra che giochino ad auto-delegittimarsi: le presidenze dei due rami del Parlamento, i parlamentari stessi (specie quei venduti che hanno il coraggio di chiamarsi “responsabili”), le autorità amministrative indipendenti, ora perfino la magistratura.
    E, mi duole enormemente dirlo, anche il Presidente della Repubblica, seppur mantenendo sempre un contegno encomiabile, è in qualche modo responsabile e partecipe di questo sfascio istituzionale. Mi spiego. Capisco la necessità di mantenere equidistanza e rigore ma io sono convinto che Napolitano stesso, alla luce dell’attuale situazione, si sia pentito di aver regalato un mese di calciomercato parlamentare a Berlusconi… Se Napolitano avesse usato la sua moral suasion per far calendarizzare la finanziaria e la sfiducia delle opposizioni nel giro di una settimana, probabilmente ora non ci troverremo in questo pantano tragicomico. JONATHAN KAMKHAJI

    Posted by latorredibabele | 1 February 2011, 14:00
  3. Soffro a leggere queste notizie….ma non voglio credere che tutta la magistratura,nonostante sia una casta(l’Italia ne è madre e matrigna).Voglio ancora credere a magistrati come Falcone ,come Borsellino ,come Ciaccio Montalto,come Rosario Livatino…..

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 14:08
  4. Terribile realtà che viviamo in questi tempi…
    Tutto al di sopra di tutti, in nome di una ‘toga’!
    Voglio comunque ricordare uomini come il Dr. Borsellino, Falcone od il giudice Livatino, il ìgiudice ragazzino’, del quale è stato aperto il Processo per le Cause dei Santi!
    Viviamo proprio in ‘unmondodisquali’, terrificante, veramente terrificante!

    Posted by Laura | 1 February 2011, 15:00
  5. E questo alla faccia di chi crede, che esiste ancora in Italia la JUSTITIA. lEGGETE…LEGGETE SOTTO!!

    http://archiviostorico.corriere.it/1997/luglio/31/Rissa_Ischia_nei_guai_figlio_co_0_9707316811.shtml

    Posted by Walter Saccà | 1 February 2011, 15:31
  6. Gli intoccabili,per me è giusto.Anche a livello di errori,uscirò fuore tema,ma se sbagliano i medici pagano,se sbagliano i giornalisti pagano ecc…Quindi oltre che intoccabili sono anche impuniti.

    Posted by zenaide.cerrone@email.it | 1 February 2011, 15:36
  7. E sembrerebbe, con un condizionale grande quanto un condomio, che la madre abbia fatto pressioni, affinchè non risultasse l’ accaduto nei registri della Magistratura competente (Vittorio Sgarbi docet).

    Posted by Walter | 1 February 2011, 15:36
  8. Il giovane Antonio stesso caratterino della focosa mamma

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 16:58
  9. Non sempre cio’ che combinano i figli è responsabilita’ dei genitori o perlomeno fino ad una certa eta’.Così mi raccontano…

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 17:18
  10. A livello penale, sicuramente . Ma i tratti del carattere, come per esempio l’arroganza, certi atteggiamenti si imparano a casa. E se poi, per caso, la mammina ha cercato di coprire il fattaccio mica è tanto bello…

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 17:30
    • No, non solo non è tanto bello: se è vero che la Boccassini ha fatto pressioni, allora ha fatto né più né meno quello che Berlusconi ha fatto con Ruby, ma non mi pare che la Boccassini sia stata indagata per concussione o altro

      Posted by Guido | 2 February 2011, 00:51
  11. @ Irisilvi. Non è un problema di buona o cattiva maternità, ma di avere utilizzato la propria influenza professionale di Magistrato per interesse privato.
    Sempre con il beneficio del dubbio.

    @ Pino. Fa rabbia tutto questo. Voi Giornalisti avete lo strumento professionale della cassa mediatica, per difendervi da accuse che sono o si ritengono ingiuste. Credo avete anche la bontà di essere, fuori dal profilo di un Ordine Professionale, abbastanza solidali tra voi. Tutto questo purtroppo non avviene per le altre professioni o mestieri.
    E se un Magistrato commette un errore nella buona o cattiva fede, mal che vada si ritrova ad essere spostato presso un altro Tribunale per “incompatibilità ambientale”.
    Questo grazie al Consiglio Superiore della Magistratura, che di certo non cede (non lo ha mai fatto) i suoi figli in pasto alla giustizia ordinaria, cioè di quelli che non appartengono a qualche casta.
    Il Signor B prenderà questa vicenda della tua sfortunata collega, come un punto a suo favore. Già, ma gli altri, quelli che non hanno possibilità di aggirare l’ ostacolo mediante i Tribunali extraomnes, come politici e magistrati che fanno?
    La tua collega ha tutta la mia solidarietà.

    Posted by Walter | 1 February 2011, 17:38
    • Hai ragione. Ed è vero che l’Italia (direi il mondo) è fatto purtroppo di caste. L’aspetto preoccupante è che i magistrati hanno un potere oggettivo che supera di gran lunga qualsiasi altra casta. Da cittadino non mi piace.

      Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 17:49
  12. ok ok d’accordo con voi
    ma è sicuro la Boccassini abbia usato il proprio potere per aggiustare la situazione penale del figlio?

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 17:40
    • Non è affatto detto. Ma è marginale. La questione non è neppure individuale. Il problema sta nella casta che si sente investita di poteri divini.
      Vogliamo fare la conta di quante volte la signora in rosso ha toppato, di quante volte ha sbattuto la testa contro il muro?
      Un magistrato può inguaiare chiunque, ma guai a toccarlo, arrivano subito gli anticorpi. Loro giudicano tutti, ma nessuno si può permettere di giudicare loro.

      Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 17:45
  13. Ma allora il problema è lei e le sue annose ossessioni oppure tutta la magistratura?insomma forma o sostanza?(non è polemica ,voglio solo capire)

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 17:54
  14. Le sue ossessioni ormai sono un fatto. E non si tratta di forma ma anche di sostanza visto che si muove come un carrarmato.
    Naturalmente il problema è generale. Hanno indagato un consigliere del Csm perche avrebbe passato le carte a una giornalista. E quando invece sono i magistrati a passare le carte chi ci rimette è solo il giornalista che rischia addirittura la galera.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 18:02
  15. E’ talmente scandalosa la perquisizione di stamattina che è stata contestata da tutti in maniera assolutamente trasversale, Pd compreso.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 18:09
  16. E’ anche probabile (sempre con il famoso beneficio del dubbio) che il CSM abbia messo “le mani avanti” denunciando esso stesso la vicenda, in modo da poterla gestire internos, fuori dalla Magistratura ordinaria.
    Magistratura alla quale lascerà come contentino la povera Giornalista, che certamente non avrà un trattamento riverente.

    Posted by Walter | 1 February 2011, 18:24
  17. Infatti….tendevo a dimenticare il “fatto” rilevante :la perquisizione a casa della giornalista del Giornale.Devo dire che,purtroppo per me,quando si fa il nome della Boccassini non riesco ad essere obiettiva…invece è veramente scandaloso cio’ che è successo.

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 18:33
  18. Vabbè! So” anni che ‘nu credo a la sora Giustìzzia!
    Me dispiace, che, nu ve posso riccontà che me successo.
    Inzomma li giudici bboni li fanno fori e l’antri, pe’mo regnano su sta tera.

    Posted by ceglie | 1 February 2011, 18:45
  19. Il primo ad usare intercettazioni e materiale “gossipparo” è stato propio B.
    Ricordate per esempio i casi Telecom Serbia e il caso Marrazzo. Ora si lamenta quando intercettano lui. Uno che fa entrare nelle sue ricche dimore mafiosi , mignotte e gente poco raccomandabile. La Procura di Milano fa solo bene. Berlusconi è poprio il simbolo della corruzione e della devianza morale che sta distruggendo questo paese. Se ne deve andare con le buone o con le cattive.
    Viva la Boccassini W la procura di Milano !!!
    Sarà propio una donna a fargliela pagare :lol:

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 19:13
    • Non hai capito niente.
      Smettila di fare il tifoso e analizza la questione: B. non c’entra niente. E neppure le intercettazioni. Stiamo parlando della perquisizione a un giornale. Non stiamo allo stadio.
      E se fai la fatica di aprire anche il link vedrai che questo strapotere dei magistrati non piace neppure al Pd.

      Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 19:22
  20. Caro Pino ,pur non essendo nè giornalista ,nè tanto meno cronista giudiziario ( mi piace quel tuo “fin da bambini”!), so , per mie passate esperienze della vita professionale, quanto sia sacrosanto il tuo dire sulla “intoccabilità”!

    Posted by luciogialloreti | 1 February 2011, 19:21
  21. Beh Marrazzo c’è ricascato ma sono solo fatti suoi ora,perlomeno non usa macchine e tutto il resto della regione.Pure a me verrebbe da dire W la procura di Milano se poi non usasse metodi così poco democratici e molto in linea con il potere!

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 19:25
  22. @PINO:Francesco è A N A R C H I C O ! gliene puo’ fregare di meno del PD….

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 19:27
  23. Vanno a sfrucugliare cose vecchie di 30 anni per infangare i pm propio in classico stile mafioso. Avanti così , arrestateli tutti !!! Questi corromperebbero pure Gesù Cristo per restare al potere.

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 19:27
  24. Devo ricordare che anche il suo capo, cioè il procuratore Borrelli, ha pubblicamente contestato i metodi della rissosa pm?

    Ma rischierei di andare fuori tema e di incrementare il tifo da stadio che detesto. Il post affronta un problema molto più alto e riguarda l’autentica libertà del Paese. Sono stufo di guelfi e ghibellini, rossi contro neri, milanisti e interisti. Nello scontro fra politica e magistratura ci rimettiamo tutti.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 19:29
  25. E’ un vero e proprio scontro di poteri dello Stato, inoltre quello che percepisco è un vero e proprio schiaffo, da parte delle toghe rosse, al risultato elettorale che ha portato questa attuale maggioranza a governare, come dire: popolo ti sei sbagliato, il tuo consenso non conta niente, decidiamo noi, mandiamo a casa il premier (e tutti gli altri) con ogni mezzo possibile e immaginabile.

    Posted by skayrose59 | 1 February 2011, 19:31
  26. Voi non avete capito che i magistrati sono stanchi di essere denigrati. E’ dal dopo guerra in poi che tutto viene insabbiato in questo paese marcio. I magistrati fanno il loro dovere ma sono stanchi di essere giudicati , denigrati. Si stanno difendendo e fanno bene. Se la politica usa metodi fascisti contro i pm ne deve corrispondere una difesa altrettanto vigorosa. E’ una guerra che ha voluto B. e la sta perdendo.
    Se ne deve andare. Basta !!!

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 19:32
  27. Il Ministro della Giustizia avrebbe tutti gli estremi per inviare una ispezione sull’ operato dei Magistrati inquirenti. Ma il buonsenso forse in questo momento lo impedisce.
    Tuttavia, è interessante conoscere il parere della Associazione Nazionale Magistrati in merito alla vicenda.

    Posted by Walter | 1 February 2011, 19:33
  28. In un Paese dove ogni giorno si violenta letteralmente il segreto istruttorio viene messa sotto torchio una cronista che ha proposto documenti pubblici. Roba da matti.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 19:34
  29. @Pino:sara’ pure antica guerra tra guelfi e ghibellini ma ,a mio semplicistico parere,non puo’ che far bene.Ok ognuno alla fine rimarrà della propria opinione ma vuoi mettere…..riuscire a parlarci ,chi da una parte ,chi dall’altra, senza strumentalizzazioni né interessi se non quello di comprendere o di dire la sua.

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 19:35
  30. Non sono d’accordo. Non sono opinioni, sono urla. Hai mai visto qualche tifoso che parla di calcio?

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 19:38
  31. No,non seguo il calcio, non mi appassiona,come queste discussioni.Vero chi urla ,spesso, non ha altro da dire,ma non facciamo troppo i nordici per favore(io ne sono l’esempio ).Spesso chi urla lo fa perchè non ha altro vocabolo.Pino ti scongiuro di comprenderlo….

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 19:43
  32. Ci ho provato, ci provo. Ma è difficile, ci sono dei limiti. Ogni discussione è affossata dalle urla. “W questo” “W quello”: ma secondo te questo è ragionare?

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 19:49
  33. Poi entrano in politica perchè vengono allontanati dai loro incarichi. Se De Magistris non fosse stato attaccato lui non sarebbe entrato in politica. E poi se può entrare in politica uno che possiede mezza Italia , perchè non potrebbe farlo un magistrato ?
    Mi sembra di parlare con Sallusti più che con Pino Scaccia. :(

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 19:50
  34. Francesco ora non dire cazzate!!!!!Uno perchè Sallusti non è Pino Scaccia due perchè col cavolo potresti esprimere tutti e ribadisco tutti i tuoi teoremi da Alessandro Sallusti detto zio Fest!

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 19:54
  35. Intanto, De Magistris è stato condannato dal Csm per metodi scorretti, addirittura illegali.Di Pietro ha sfruttato la sua fama di pm per diventare leader politico e farne di tutti i colori. Se vuoi far passare come vittime alcuni magistrati sei proprio fuori strada. E per una volta, cazzo!, lascia stare B.: mi sembra che tu ne sia completamente succube.

    Mi sento offeso dal paragone con Sallusti. Io sono sicuramente (molto) più bello. ;)))

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 19:54
  36. C’è un’aggressività tale da ambo le parti… che per me è davvero impossibile intromettermi. Completamente d’accordo con Pipistro e soprattutto con Pino. No comment su metodi da kgb, da qualsiasi parte essi provengano. Sarebbe ora di riesumare onestà intellettuale e un minimo di contenuti al posto di rabbiose competizioni. E’ l’arroganza al potere, ormai, e dappertutto, anzichè l’immaginazione; così non si può che scivolare sempre più giù.

    Posted by Sissi | 1 February 2011, 19:54
  37. @ irisilvi
    Io prima che cacciassero il mitico Prodi votavo Ulivo. Poi ho capito che il PD ha tradito il suo popolo. Da allora son diventato anarchico. Ora sono libero !!!
    Se B. è ancora al potere è anche colpa di una certa “sinistra”.

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 19:55
  38. E ti sei messo con il partito dei magistrati. Complimenti.
    Sicuramente io che ragiono al di sopra delle parti e non guardo in faccia nessuno sono più libero di te.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 19:57
  39. @skayrose 59. No, ma alla rovente situazione scandalistica che dipinge la politica in questi ultimi giorni. In questo caso una azione del Ministro potrebbe essere considerata una sorta di vendetta trasversale nei confronti del Tribunale di Milano.

    Posted by Walter | 1 February 2011, 19:58
  40. La perquisizione è stata comunque ordinata dalla procura di Roma.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 20:01
  41. Ma nulla vieta di pensare che sia tutto “coordinato”… Sai, tra Milano e Roma funzionano i telefoni…

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 20:09
  42. Mamma mia che tristezza….coordinato? mi viene da piangere e quasi quasi a pensare di accentuare il qualunquismo!

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 20:14
  43. Secondo le ultime notizie, sembra che la collega del Giornale sia stata anche perquisita fisicamente per verificare che sotto i vestiti non nascondesse appunti. E neppure è indagata! Quasi non succede più neanche con i terroristi. Inutile girarci intorno: roba da Guantanamo. Sono indignato.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 20:19
  44. @ Pino
    Si scusa essere paragonato a Sallusti è propio un offesa. E’ come dire che non sei un giornalista. Scusa Pino !!! :(

    Non esiste il partito dei magistrati. Si difendono dagli attacchi. E comunque preferisco più avere come amico un magistrato che uno del PDL.

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 20:20
  45. Ma dai no….non puo’ essere andata così

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 20:22
  46. Se può consolare la Magistratura, soprattutto oggi, non pùò fare a meno della propaganda che fornisce il Giornalismo. Avere contro uno strumento del genere(dalla carta stampata a quella digitale, trasmissioni televisive comprese)non so se risulta conveniente, soprattutto in un momento delicato. Di questo, volente o no dovrà tenerne conto.
    Ci sono elementi che non tornano…troppa fretta, metodi sbagliati.

    Posted by Walter | 1 February 2011, 20:24
  47. Oddio ho perso il giusto luogo delle risposte

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 20:27
  48. Silvana, è andata così. Hai capito perchè m’incazzo?

    Francesco, io preferisco avere per amico una persona seria: non guardo che lavoro fa. E se proprio non lo trovo, scelgo di non avere amici. Quando dici che non esiste il partito dei magistrati, se mi permetti, sei teneramente patetico…

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 20:27
  49. Il fatto è che mancano gli elementi base del rispetto: è tutta una violenza su tutto. Tra diritti e leggi esiste quel confine… talmente sottile da essere demolito continuamente. Libertà di stampa e d’informazione non possono arrogarsi l’abuso di distruggere l’intimità, l’immagine e la vita delle persone. Indagini serie, regolari e limpide procedono in modo che sia tale, certo non mettendo a soqquadro le case altrui. E’ il concetto antico del rispetto: antichissimo, infatti.

    Posted by Sissi | 1 February 2011, 20:29
    • scusate, ho invertito i concetti di diritto e abuso: libertà di stampa, che rimanga tale…cioè senza intimidazioni, ma col buon senso di non arrogarsi il diritto della totale distruzione di qualcuno (avversario o no che sia); indagini, altrettanto libere… ma senza l’abuso di metodi. Chiaro, mi sembra chiaro. Sarò banale, mi dispiace, ma a favore dell’obiettività, SEMPRE.

      Posted by Sissi | 1 February 2011, 20:56
  50. Vado a una cena. Di giornalisti.
    Speriamo che non facciano irruzioni: sai, siamo pericolosi delinquenti.
    Non lo pensano i politici, che cercano di comprarci, ma i magistrati che cercano di chiuderci la bocca. E addio libertà: per destri sinistri e anche anarchici.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 20:30
  51. hahaha!!! L’hanno perqusita come fa Berlusconi con le sue “amichette” durante le sue cenette. :lol:
    Una che cerca di rubare le carte da un tribunale deve essere perqusita. Anche i giornalisiti sono soggetti alla legge.

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 20:30
  52. Devi farmi incazzare per forza. Menomale che esco. Ma vuoi almeno leggere prima di che si tratta? Intanto non è un tribunale ma il Csm. E non ha rubato proprio niente, casomai ha avuto quei documenti (pubblici). E quando sono i magistrati a passare le carte per farle finire sui giornali?
    I giornalisti sono sicuramente soggetti alla legge. Gli impuniti sono i magistrati. Infatti per quella storiaccia la rossa pm è stata assolta.
    Il giorno che almeno in un commento non citi B. ti faccio un regalo. Ma passerà del tempo, credo: prima devi maturare.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 20:35
  53. Pino sono io che sono vincolata ,mio malgrado, a certi stereotipi.Per me esistono delle professioni che si ergono all’Olimpo,quasi intoccabili…sono io che do questo potere sentendomi quasi impossibilitata al giudizio inteso come critica.Mia la colpa e la cecità laddove si annida..

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 20:38
  54. Tu almeno cerchi di ragionare e di capire.

    Posted by pinoscaccia | 1 February 2011, 20:40
  55. E eliminando certi giustizialismi intrinseci, prima di tutto, e attenendosi alle leggi – che o ci sono o non ci sono: decidessero – sicuramente si farebbe meno confusione. La chiarezza, come il rispetto, è la seconda utopia (attuale).

    Posted by Sissi | 1 February 2011, 20:43
  56. si,certo, ma alcune volte vorrei sentirmi Francesco…..sicuro ed indelebile come un pennarello

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 20:44
  57. Vabbè dopo che me so dovuta legge tuttiquanti sti commenti e l’occhi me fanno fichetto,la verità? Nu c’ho capito morto. Sapete che ve dico:

    Posted by ceglie | 1 February 2011, 20:57
  58. :))) !!!!!!!!!!!!!!
    Hai tutta la mia comprensione Ceglie… sulla mia tendenza preferita!
    d’indole…. ;)))

    Posted by Sissi | 1 February 2011, 21:01
  59. Siete voi che non volete capire. E’ in atto una guerra tra B. e la magistratura. Ora, visto che volano colpi bassi da entrambe le parti, preferisco stare con la magistratura che ha subito attacchi di tutti i generi contro uno che ne ha combinate di cotte e di crude e che ha sfasciato l’Italia economicamente e culturalmente. Se qualcuno cerca di minare la tua autonomia penso che la prima reazione è quella di difendersi. Difendere l’indipendenza della magistratura equivale a difendere la nostra libertà.

    W la magistratura !!!
    W Falcone e Borsellino !!!
    W il pool antimafia !!!
    W la Boccassini !!!
    W la procura di Milano di Palermo e di Reggio Calabria !!!
    Gente che vive sotto scorta da una vita per fare pulizia in questo paese marcio. E li attaccano pure !!! :(

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 21:07
  60. Il consigliere del Csm Matteo Brigandì indagato per abuso d’ufficio. Per i pm è la fonte utilizzata il 27 gennaio da Il Giornale per infangare il magistrato milanese. Due giorni prima era a Palazzo Grazioli.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/01/indagato-consigliere-del-csm-matteo-brigandi/89528/

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 21:17
    • scoop clamoroso!!!!!! sta su tutti i giornali da stamattina che brigandi è indagato, a proposito com’è che si sa dalla procura di roma che è indagato mentre dovrebbe essere segreto? e si scandalizza “il fatto” che della violazione del segreto istruttorio ha fatto il sistema per vendere copie? ormai siamo veramente al ridicolo

      Posted by roberto altavilla | 2 February 2011, 00:16
  61. @ Francesco

    Io purtroppo ho problemi con i nomi – a parte ovviamente Falcone e Borsellino – ma un po’ di tempo fa ho sentito parlare alcuni magistrati, ospiti di non ricordo, sempre, che trasmissione. Sono rimasta colpita, e lo dico forte, dalla loro intelligenza e soprattutto bellezza interiore. Spessore, ideali, contenuti. E come non so i nomi, sono completamente all’oscuro delle appartenenze politiche, semplicemente neanche mi interessano: è la sostanza… sempre, a cui guardo – ormai è meglio semplificare che la strada della “complessità” è la terza utopia, e non certo per colpa mia.
    E questa premessa è per spiegare che il principio fondamentale a cui mi attengo è: mai, e sottolineo MAI, livellarsi con ciò che non si condivide.
    Fa parte della chiarezza… d’essere – sempre per “semplificare”.

    Posted by Sissi | 1 February 2011, 21:27
  62. @ zannino francesco: è triste e provoca molta rabbia il dover constatare che chi fomenta nel paese questo clima da guerriglia è proprio la gente come te, con la testa purtroppo infarcita di robaccia (a volte anche banale, lasciamelo dire) e privo del più elementare grado di obiettività. ti ricordo, comunque, che i signori magistrati violano le più elementari norme sulla privacy e montano processi spesso del tutto inutili (e degni di guardoni dediti al più basso pettegolezzo) anche con i TUOI soldi. tanto, basta che sia contro berlusconi. a te non te ne fregherà niente, ma a me, dei miei soldi, interessa e mi rode tanto. ti faccio altresì notare che gente evidentemente vicina a loro (= i magistrati) ha fatto cose similari sempre con i nostri soldi e , torno a ribadire, anche con i TUOI soldi. quanto è durata l’inchietsa su questa gente? perchè dopo un mese è stato insabbiato tutto? che sentenza è stata emessa? per quale reato? nessuno. e, inoltre, prego non mettere gli eroi Falcone e Borsellino al livello morale della Boccassini e colleghi: si rivolterebbero nella tomba, e a ragione.

    Posted by Claudia | 1 February 2011, 22:40
  63. @ zannino francesco: PS_ rosicate perchè lui detiene mezza italia? è un motivo per una guerra, questo? svegliatevi…

    Posted by Claudia | 1 February 2011, 22:50
  64. @ Claudia

    Scusa, e poi devo uscire, ma oltre la parola “guerra”, che mi riguarda meno che mai, certi “rosicamenti” sui possedimenti di B. sono pura interpretazione personale. C’è a chi può fregargliene di meno proprio, tipo la sottoscritta, ma magari ci sono diversità di vedute. (e pure con tanti altri…se è per questo).

    Cmq ho finito che, davvero, je ne trouve pas l’emission interessante! :)) se parlo francese mi capite?

    Posted by Sissi | 1 February 2011, 22:58
  65. Mi sento abbastanza sveglia tanto da rivendicare la mia assoluta lontananza da certe posizioni,da una visione della vita e dell’essere donna che non mi appartiene.Con questo non rosico ma guardo sbigottita a come funziona questo paese ,ai valori ribaltati,blasfemi e giustificati.Non per partito preso ma per mancanza di lungimiranza,per le aspettative disattese e riempite di altro.Altro da noi ,altro dalla realtà,altro dalla dignità,altro dalla legittimazione di cittadini.Altro da quello che moralmente ci spetta.E non parlo di soldi.Quello è un altro argomento.Spetta ancora ad altri capire se e quanto valga il nostro essere rispetto al nostro, loro avere.

    Posted by irisilvi | 1 February 2011, 23:06
  66. @ Claudia
    La testa infarcita di robaccia ce l’hai te e quello psicopatico del tuo Presidente del Consiglio. A me di quello che ha Berlusconi non mi interessa propio niente. E’ chi lo vota che lo ammira per quello che ha pensando di potere assomigliargli un pò. Io lavoro onestamente e quello che guadagno mi basta per vivere. Non vorrei mai essere come B. Quello è malato. Ora puoi anche dirmi che sono un comunista e che siamo stati noi a rovinare il paese. :lol:
    E poi dicono che sono io un qualunquista :lol:
    POVERA ITALIA !!!

    Posted by zannino francesco | 1 February 2011, 23:51
  67. Già, povera Italia. Come ai tempi delle crociate.

    Posted by pinoscaccia | 2 February 2011, 00:09
  68. Gabbià! Messer Dante ma spedìto ‘n email: “Regà fatela finita! Puro Ne l’Abbisso so’ finiti li posti, o cambiàte reggistro, oppuro principio a fa’ li sfratti!” che je risponno?

    Posted by ceglie | 2 February 2011, 01:18
  69. Gabbià! Me sa che “ma” se scrive m’ha! a st’ora me sa che posso puro scordà “H”. Ammazza come so’ stracca. Tra ‘n po’ m’addobbo su la tastiera;)

    Posted by ceglie | 2 February 2011, 01:24
  70. OT:Carlà non è piu’ di sinistra ed è già dèpassè come notizia presi tra il B. e la magistratura!Ormai era difficile avanzare istanze rivoluzionarie dall’Eliseo poi,qualcuno ha detto, cambiare idea fa bene alla pelle.Ora,in virtu’ di questi inconfutabili dati, puo’ essere che Cesare Battisti venga estradato?

    Posted by irisilvi | 2 February 2011, 10:00
  71. “Una bravissima colle­ga, Anna Maria Greco, è sta­ta svegliata da poliziotti in­viati da una pm di Roma. Gli uomini della Procura so­no entrati nella sua camera da letto, l’hanno fatta spo­gliare e hanno eseguito una perquisizione corporale. Sotto la sua biancheria cer­cavano le fonti di una noti­zia, quella che la cronista ha portato e pubblicato sul Giornale nei giorni scorsi. Come mai tanta ferocia? ”

    Il racconto della giornalista

    http://www.ilgiornale.it/interni/sono_stata_umiliata_mio_lavoro/politica-berlusconi-giustizia-anna_maria_greco-perquisizioni-pm-magistratura/02-02-2011/articolo-id=503426-page=0-comments=1

    Posted by maria sole | 2 February 2011, 10:37
  72. Pazienza se Pino toglierà questo post, e mi negherà i successivi commenti ma anche io dico quello che penso, e qualcosa in difesa dei propri ideali bisogna sacrificarla.

    @Francesco Zannino.
    Non hai detto una sola parola in merito alla perquisizione della Giornalista, ma solo in difesa della Tua Boccassina magistrata che non è altro. Altro che anarchico. Lo sono io più di te, anche se non l’ ho mai dichiarato. Ricordati che i Mussolini i Farinacci e tutti gli altri fascisti storici nascono proprio dal Movimento anarchico, dal Manifesto Interventista dei primi anni del ‘900, dall’ Avanti! e dal Futurismo, non certo con te.
    Ma tu credi di esserlo, senza averne studiato le sue origini e solo perché ti fa comodo.
    Sei ridicolo, patetico. Mi fa schifo pensare che ti ritieni anarchico.
    “L’ ANARCHIA E’ ORDINE SENZA POTERE”.
    E tu nei tuoi deliri di ignorante il potere lo vuoi consacrare alla Magistratura.
    Ignorante, noi anarchici non abbiamo bisogno di squallume frustrato come te.
    Studia ignorante, tenta di comprendere gli altri, poi rifletti e forse diventerai anche tu Anarchico.

    Posted by Walter | 2 February 2011, 11:58
    • ma quale anarchico! zannino è un sinistrorso duro deluso (c’è da capirlo)dalla sinistra
      io non conosco come te la storia dell’anarchia ma è fin troppo evidente che anarchia significa stare sopra tutto e tutti mentre questo qui fa i manifesti per una parte, proprio come i sinistrorsi radicali, copia gli stessi slogan, confonde falcone con la boccassini, tifa per i magistrati senza capire che è uno scontro di poteri…. altro che anarchico!!! è schieratissimo con grillo ilfatto e compagnia bella (si fa per dire)

      Posted by roberto altavilla | 2 February 2011, 12:42
  73. basterebbe che ognuno rispettasse i propri ruoli con deontologia professionale; il famoso “codice etico” tanto strombazzato e poco seguito.
    nessuno è perfetto caro Pino però, come ben sai, sia nel “nome della legge” che nel nome della “libertà di stampa” vengono compiuti sistematicamente abrobri indicibili. Capisco la tua posizione di parte e la condivido pure ma a volte i giornalisti come pure i magistrati esagerano !! la soluzione è a portata di mano ma nessuno se ne accorge o forse fa finta……

    Posted by marcellolupo | 2 February 2011, 12:15
  74. Marcello, chi come te mi segue da tempo sa che non ho mai fatto sconti neppure alla mia categoria. Nel giornalismo è in atto una degenerazione che mi spaventa e m’intristisce. Non vale neppure la pena di fare una classifica dell’obbrobrio ma i magistrati hanno un potere così vasto e forte che può diventare veramente pericoloso.

    Posted by pinoscaccia | 2 February 2011, 12:47
  75. @ Marcello

    Condivido in pieno ed è esattamente ciò che cercavo di dire, sopra. La legge ci sarebbe pure, quella che vieta la pubblicazione, anche di atti pubblici, fino all’udienza preliminare, ma non viene applicata. O meglio: fanno come gli pare, TUTTI, con scontri a colpi di sciabola, e noi poveri illusi qui a cercare di ricordare etica e rispetto in mezzo alla barbarie del terzo millennio. Ora, dopo il caso Sarah Scazzi e relativi sputtanamenti dei cosiddetti “servizi giornalistici”, siamo scioccati dalla violenza nei confronti di una giornalista. Del resto c’è ancora tanta gente, tra cui noi, che conserva sembianze UMANE, ad alcuni sembrerà strano.

    E qui mi riallaccio anche a Walter: io non ho mai letto niente sull’anarchia, ma certo che se intendi tutte quelle persone a cui interessa stare con la verità anzichè col potere, che di solito si autoescludono a vicenda chissà perchè, un po’ ‘anarchici’ lo siamo tutti. E qui arriva il punto nodale, secondo me, quello che mi ha sempre tenuto lontanissima dalle faziosità, tanto più se pure violente e aggressive, e da una visione esclusivamente “politica” della vita: il populismo. Che non è il popolo inteso nel suo significato più alto ma, per l’appunto, tutte quelle manifestazioni dell’animo, e dell’essere, che alternandosi di ‘colore’ vanno sempre e comunque contro l’individuo. Che non è una parolaccia – attenzione agli “ismi”… sempre – ma Persona, con un Io e un’individualità pensante. Se non è un ‘genere’ in estinzione. Ed è così che certe forme violente di giustizialismi, nazionalismi corrotti, e repressioni feroci possono attecchire con le manifestazioni che conosciamo bene nella storia. Tutto qua.
    Per questo adoro l’elevatezza di Steiner; i nobili concetti di libertà, uguaglianza, fratellanza; l’Arte e tutto ciò che possa farci domandare: “l’essere umano si trasforma?”.
    Dunque resto in attesa…. non so quanto fiduciosa.

    Posted by Sissi | 2 February 2011, 13:03
  76. Il problema è che qui è in corso una guerra senza esclusione di colpi tra chi fa perquisire le giornaliste e chi invece mette le proprie amichette in posti di potere pubblico con sistemi di reclutamento non ortodossi (e che onestamente è la cosa che mi disgusta di più)
    Ciascuno scelga cosa sia peggio, ma di certo in questi tempi niente può essere normale, bisognerebbe girare pagina, ma nessuno sembra poterlo fare o averne voglia.
    Io però mi dichiaro disgustata di più dal secondo atteggiamento rispetto al primo, perchè il primo atteggiameno – secondo me – è una conseguenza del secondo: ma vi siete già dimenticati dei calzini di Mesiano?

    Posted by Elena | 2 February 2011, 13:31
  77. Del resto come cerchi di parlare di Contenuti, nella vita, pare sempre che bestemmi… Ma che c’hanno l’allergia! E che è! Ma un minimo di Ricerca, nella vita, ma proprio un minimo!
    Niente, sono diventata pirandelliana, visto? bastava infilarsi nella mischia per farsi passare qualunque tendenza dostoevskijana… e trovare, (a questo punto anche forse positiva), una totale incomunicabilità.

    Posted by Sissi | 2 February 2011, 13:33
  78. @ Elena (non ti avevo letto)

    E’…. Tutto… tutto tutto diventato grottesco – che ancora non ho capito se è un complimento. Magari potessimo davvero Ricominciare, tutti insieme, tutti CON anzichè contro, di nuovo da capo, su ben altri sacrosanti princìpi di rispetto e di lealtà. Magari.

    Posted by Sissi | 2 February 2011, 13:38
  79. esatto Sissi, anarchia, pura anarchia, ma sai di chi è la colpa ? e qui lo urlo con tutte le forze! dei nostri cari amati/odiati politici che giudico degli incapaci.
    Ma non vedi che nei talk show accanto a questi “uomini di politica” ormai fanno sempre di più da contraltare certi “giornalisti” litigiosi, maleducati, faziosi ?. Un vero bordello !!
    I magistrati “strapotenti”, come di Pino, assistono dietro le quinte, o quasi, a questo spettacolo indecente e si sostituiscono, almeno in parte al gioco di potere. Insomma ormai l’aria è intrisa di una miscela talmente esplosiva che nella migliore delle ipotesi se ti “accendi una sigaretta” salta in aria tutto !!!

    Posted by marcellolupo | 2 February 2011, 13:46
  80. @ walter
    Hanno fatto bene a perquisirla. Così quelli del giornale la smettono di andare a rovistare nella vita privata delle persone per infangare chi si mette contro il loro padrone Silvio. Pubblicare una notizia che risale a 30 anni fa non è giornalismo ma è solo il tentativo di gettare fango sulla Boccassini che indaga contro B.
    Alcuni giornalisti sostengono B. dicendo che la magistratura si intromette nella politica.
    Allora gli stessi giornalisti dovrebbero capire che non si devono intrufolare dentro la magistratura.
    E ricordiamoci inoltre che “Il Giornale” e sotto il controllo di B.

    Posted by zannino francesco | 2 February 2011, 13:49
  81. Già, Marcello. – che ti ‘sento’ sempre molto dolce e molto umano. E comunque… per fare attenzione a non usare la “verità” come un’altra arma, o rivestire anch’essa di giustizialismo, è meglio ricordare quel che mi disse una Grande Persona a me tanto cara: la verità sta dove c’è armonia e creatività.

    “Tutto il resto è chiacchiere e politica”…

    Cari saluti a tutti

    Posted by Sissi | 2 February 2011, 13:57
  82. Allora, cominciamo a mettere un pò d’ordine.
    Ripeto per l’ennesima volta che qui non siamo allo stadio e neppure in piazza. Si esprimono idee (mi pare che ci sia assoluta libertà) ma non si espongono nè cartelli nè striscioni. Dunque, comincio a togliere gli ennesimi “W” del presunto anarchico.
    Non c’è chi vince o chi perde. Qui ci perdiamo tutti.

    Posted by pinoscaccia | 2 February 2011, 13:57
  83. sottoscrivo

    Posted by marcellolupo | 2 February 2011, 14:05
  84. Mi sento molto vicina al commento di Elena.Chi ha iniziato questa storia infinita e grottesca? Perchè poi dovremmo parteggiare per qualcuno se non in nome dei diritti e della democrazia?Ma se questi sono lesi continuamente chi e cosa dobbiamo ringraziare? la nostra cecità e l’assoluta mancanza di prospettiva probabilmente,che ci è negata,insieme alla dignità, come essere umani,come cittadini e come donne.Questo è essere di destra sinistra o anarchici?Si ,lo so che il voto è sovrano ,pero’ pure da queste parti si vota lega …..

    Posted by irisilvi | 2 February 2011, 15:15
  85. Io invece non sono tipo da morale “temporale” ma in relazione a ciò che non mi piace dico (e mi dico): “spiegabile, ma non giustificabile”. Il che non è soltanto una questione di chiarezza ma soprattutto di spregiudicatezza, ossia di messa in discussione personale e assunzione delle proprie responsabilità.

    Forse sono d’accordo con Arnoldo Foà, il quale, molto democraticamente, non ritiene nessuno indegno del proprio disappunto; o forse dovremmo ricominciare davvero a declinare i sostantivi come proponeva la De Gregorio. In altre parole, per me la violenza rimane violenza, sia che avvenga per primi sia che avvenga per secondi, quartultimi o quindicesimi; se per me un comportamento è sbagliato, rimane tale sia a capodanno sia a ferragosto: non è una questione di “tempi”… ma di “sostanza”.
    E di quella strana parola chiamata “princìpi”, che dovremmo recuperare un po’ dappertutto.

    Posted by Sissi | 2 February 2011, 17:31
  86. Ho letto che “tutto il resto è chiacchiere e politica”.
    Vero.
    Ma solo “chiacchiere e distintivo” – come nel caso – irritano di più.
    Risultato: un paio di milioni di italiani, fin qui a buona ragione nauseati dalla spazzatura politica che dovrebbe rappresentarci, penserà ora ai modi in uso da parte di chi dovrebbe assicurarci equità e giustizia.
    Attenzione a chi si sente tradito.

    Posted by pipistro | 2 February 2011, 18:18
  87. COMUNICATO.

    Ancora una volta il Sindacato cronisti romani e l’Unione nazionale cronisti italiani si vedono costretti ad appellarsi al Consiglio superiore della magistratura per denunciare comportamenti scorretti e intimidatori nei confronti di un giornalista: la cronista de “Il Giornale” Anna Maria Greco che non ha altra colpa sulla coscienza se non quella di aver adempiuto al dovere di diffondere notizie in suo possesso. Anche se scottanti perché riguardano il passato, documentato da pubbliche sentenze di un noto magistrato milanese, Ilda Boccassini. Ci auguriamo che il CSM, i cui giudizi sono sempre esemplari, conduca un’inchiesta fino in fondo su un caso che ha assunto dimensioni inquietanti dopo le ultime rilevazione della giornalista. Non solo ha subito perquisizioni in casa e al giornale, nonché il sequestro del computer, ma è stata obbligata a spogliarsi integralmente davanti alle forze dell’ordine.

    Roma 2 febbraio 2011

    Posted by latorredibabele | 2 February 2011, 19:20
  88. Moubarak sta per essere arrestato. Berlusconi telefona al questore del Cairo e gli ordina di liberare Moubarak perché è lo zio di Ruby.

    Posted by gabriele | 2 February 2011, 19:33
  89. …..

    Posted by Sissi | 3 February 2011, 02:06
  90. Sulla vicenda interviene l’Unione delle Camere penali: “Si possono esprimere ampie riserve, non solo estetiche, in merito allo ‘scoop’, strumentale e bacchettone, del Giornale sulla dottoressa Ilda Boccassini, che segna l’ennesimo episodio di imbarbarimento dello scontro in atto. Così come si possono anche avanzare fondati interrogativi sulla necessità di custodire come il terzo segreto di Fatima gli atti dei procedimenti disciplinari dei magistrati risalenti a trenta anni fa”. Ma, continua l’Ucpi nella sua nota, “non ci si può esimere dal registrare anche l’inusitato spiegamento di mezzi processuali con cui, ancora una volta, la magistratura reagisce quando viene coinvolto un collega”. Conclude la nota: “Abbiamo avuto la riprova di quanto sia discrezionale non solo l’esercizio dell’azione penale ma anche le sue stesse modalità, con buona pace del principio di eguaglianza che tutti invocano”.

    Posted by pinoscaccia | 3 February 2011, 10:31
  91. E sempre con buona pace del principio di eguaglianza la camera si rende ridicola, si arroga il diritto/dovere di interloquire sulla competenza e risponde alla casta con i privilegi di un’altra casta.
    Casta…
    Mai il termine fu più lontano dal suo significato di “pura”.

    Posted by pipistro | 4 February 2011, 12:18
  92. ….una schifezza….

    Posted by Silvi | 4 February 2011, 12:22
  93. Mah… d’accordissimo sul sarcasmo verso le “caste”, ma penso che dal momento che è tutto politicizzato, forse quella di cui sopra è proprio l’unica coerenza.

    Tutt’al più continuo a confermare che scontri istituzionali e di partito antepongono gli schieramenti al disgusto verso certi metodi squalificanti, ma evidentemente corrispondenti… nel livello e ‘qualità’ d’intenti.
    Va da sè che, su queste basi, per l'”uguaglianza c’è tempo.

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 13:46
  94. Le caste

    Le pure sore caste co’
    li sori puliticanti itajani
    nu’ se posseno tocca’!
    Chiaro???
    E se ce provamo
    co’ ‘n mannara
    ce tajàno ‘na mano
    co’ tutto er bràccio
    e se nu famo mosca
    ce rimettemo:
    la spalla er collo
    e la capoccia!
    E ce aritrovamo
    listesso ‘n pòro arbero
    senza le fronne.
    Inzomma!
    Poracci…
    monchi e cinnolloni
    seduti co’ er culo
    pe’ tera!
    Aho! Rega’
    glièri me venuta ‘n’ idea!
    Mo quanno se spiccia’
    er carnovale…
    Ce serve:
    ‘n montarozzo de cénnere
    e secchi…secchi d’acqua-santa
    pe’ aricoprì e bagna’
    ste capocce de sti
    puliticanti strani!
    -”Vabbè ma indove pijamo
    tutta st’acqua-santa? “
    -”Nu ve preoccupate ce penzo io.”
    ”Te prego Gesucristo mio
    fa piove su sta tera
    pe’ ‘n anno solo acqua- santa
    sinno indove la pijamo
    pe’ abbagna tutte ste caste?”
    -“Aho! ma che te se
    magnato er ciarvello er gatto?
    Sora Fra’
    mica te basta!
    n mijaro de ggiorni!
    Qui pe’ ripuli sta tera fràcica
    ce serve ‘n’ antro
    “Delùvio Univerzale”
    eppoi sora Fra’ se pole raggiona’”
    -”Vabbè!lo so è corpa nostra!
    dacce ‘na mano sinnò
    quì tra ‘n po’ ce
    magnamo uno co’ l’antro.
    Eppoi puro Messere Dante
    m’ha detto c’ha
    finito tutti li posti!
    Me dichi Gesucri’
    se nu c’è posto
    ar Paradiso ar Purgatorio
    e a l’ abbisso
    indove annamo a ripossa’
    l’arma nostra?”
    -”Che te pozzo di’
    questo è ‘n grosso…grosso guaio!
    Damme tempo pe’ penza’
    eppoi te risponno!”
    -”Gràzzie…gràzzie Domminiddi’
    t’aspetto quì su la riva de Fiume
    e pe’ passa’ er tempo conto:
    Li gabbiani li sorci
    e li senza tetto
    che passeno.”

    franca bassi

    Posted by ceglie | 4 February 2011, 14:24
  95. Monica Bellucci: “Ragazze, non vendetevi”

    …Perché il potere è più animalesco di quanto si possa pensare: siamo ancora alla legge del capobranco, del leone che si può fare tutte le leonesse che vuole…

    MORE:
    http://giorgius.ilcannocchiale.it/2011/02/04/cinema_monica_bellucci_ragazze.html

    Posted by Giorgius | 4 February 2011, 15:20
  96. Invece, a proposito di caste, ironia a parte, chiaro che tutto procede impertubabile sul modello di antichi ordinamenti in cui c’era una suddivisione della società in caste, classi e ceti; fra sacerdoti, guerrieri e agricoltori, o fra oratori, commercianti e artigiani, ritroviamo comunque sempre strutture caratterizzate da una SEPARAZIONE tra gruppi di individui, dove l’unità sociale era in genere garantita da un vivo sentimento religioso.

    Ora, anche la Triarticolazione sociale di Steiner si basa su una suddivisione ternaria, cioè la suddivisione dell’organizzazione sociale nelle tre sfere: economica; giuridico-politica; culturale-spirituale; ma con la netta differenza in base alla quale se prima vigeva una precisa collocazione sociale dei singoli – in cui molto veniva definito dalla classe di appartenenza – adesso sono le funzioni sociali che devono essere distinte. E senza che ad esse corrispondano gruppi fissi di individui. Ossia, l’attività lavorativa o il compito sociale svolto da una singola persona NON costituisce un vincolo ad una determinata sfera, bensì ogni individuo contrae relazioni, nella vita, con ognuna delle tre sfere. Le persone non sono più divise socialmente in classi e ceti, ma l’organismo sociale stesso deve diventare articolato, partendo dal principio che se prima ci si limitava ad un solo campo d’azione (ruolo spirituale, politico o operaio) oggi si partecipa alle tre sfere nello stesso tempo, perchè nella nostra vita compiamo azioni sia culturali, sia politiche sia economiche. Prima, un comandamento superiore imponeva un ruolo, oggi è l’uomo che diviene il perno della vita sociale.

    Si tratta dunque di ristabilire un equilibrio tra le tre sfere economica-politica-culturale, distinguendole e separandole l’una dall’altra, in un’organizzazione tripartita come lo è l’essere umano stesso tra testa, cuore e arti, cioè rispettivamente pensiero, sentimento e volontà, ai quali corrispondono rispettivamente: economia, equità civica, e cultura; e cioè, sempre rispettivamente: fratellanza, uguaglianza e libertà.

    Questo sarebbe l’unico tipo di “federalismo” veramente attuabile, e urgente, ora come ora, in una sana organizzazione statale e sociale. Ovviamente da approfondire, ma già sarà talmente lungo così, e forse anche fuori tema, che se Pino vorrà cancellarlo, ha, come sempre, tutta la libertà di farlo.

    cari saluti a tutti (‘vizio’ assolto… cioè la chiacchierata quotidiana :)))

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 15:25
  97. @ Giorgius

    Sì, l’ho sentito dire anche da una ragazza ieri sera in tv…che praticamente ha rinunciato, o quasi, a fare spettacolo.

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 15:28
  98. Pino, ho ancora più..eleganza di Catherine Deneuve?! ;)))
    (strega..ma esco! ho da fare, ho finito)

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 15:32
  99. Principessina…mi hai fatto intorcinare le sinapsi.

    Posted by franca | 4 February 2011, 15:48
  100. ..non si è capito niente…(???)
    no dai…
    vabbè del resto è una specie di ‘introduzione’, ecco, prendiamola così.
    (se Pino è dello stesso parere eh:)))
    Ciao Franca, un bacio!

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 15:53
  101. Posted by franca | 4 February 2011, 15:56
  102. ahahahahahahahah!!!! :)))
    la pulzella d’orleans no però eh… troppo nazionalista e per tempi passati, o forse non mi sento abbastanza francese… ;)))

    Franca! ma com’è che le madri..sono sempre più tremende?;))
    Fra me e te, ero tornata per dirti questo, e poi ho trovato il tuo video, c’è l’affetto… reciproco, come base principale per un incontro sincero.
    Ari-ciao! smack

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 16:09
  103. Finito il minuetto?

    Posted by pinoscaccia | 4 February 2011, 17:08
  104. Beh, io so… che mi aspetta Jagger a Londra, De Niro a Los Angeles, e nel frattempo vorrei fare una puntatina a Parigi ma… finisco dentro una torre per i troppi impegni! :)))
    E il libro???

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 20:05
  105. Vabbè! io sto bene come sto. Gabbia’ er minuetto? Proprio no! Tanto tanto er “tango er varzere” ma er minuetto semo fori strada, se ve piace fate puro, ve lo lasso!
    A Londra ‘nu m’aspetta nisuno, Los Angeles puro, ma a Roma m’aspetta Nithael.
    Pe’chi ‘nu lo sa, Nithael è arto, bionno, co’ du’spalle,du occhi neri neri e co’ ‘n ber pajio…d’ali;) felice notte a tutta la torre

    Posted by ceglie | 4 February 2011, 20:30
  106. Posted by franca | 4 February 2011, 21:43
  107. Gabbià,so contenta che pe’ mo hai finito. Mo riposa’, eppoi torna’ a volà. Scusa, che se pole vede qui sur blogghe TV7? Me piacerebbe vede’ la trasmissione o puro pagate er canone;)
    Serena notte de riposo
    Ciao Frà er Minuetto de Mia Martini nu riesco a vedello gràzzie;)

    Posted by ceglie | 5 February 2011, 00:35
  108. Ceglie clicca su “watch on YouTube”…

    Posted by franca | 5 February 2011, 00:41
  109. Naturalmente appena ce l’ho metto il link a Tv7 (ma questo non e’ il post giusto)

    Posted by pinoscaccia | 5 February 2011, 01:29
  110. questo è di buon auspicio per tutti, soprattutto per il titolo del post, cioè della canzone!

    Posted by Sissi | 5 February 2011, 01:43
  111. Buongiorno Torre gràzzie pe’ le arisposte.
    Gabbia’ dimme su quale scojo te posso vede’e me sposto, sinno la prossima vorta devo da trova’ ‘no schermo TiVVi.
    Mo vado a trova’ er minuetto de la sora Fra’.
    Regà sembra che oggi è sortito er zole, me sa che faccio ‘n giro ar marozzo,er minuetto pole aspetta’;).
    Ve saluto e bòna dimenica a tuttiquanti;)

    Posted by ceglie | 5 February 2011, 09:24

Trackbacks/Pingbacks

  1. Pingback: Un coro di proteste (trasversali) per la perquisizione al Giornale « Professione Reporter - 1 February 2011

  2. Pingback: Un coro di proteste (trasversali) per la perquisizione al Giornale | Professione Reporter - 14 March 2014

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: