you're reading...
egitto

Urla dalla rivolta

Almeno trenta giornalisti arrestati in Egitto, ma la rivolta digitale è raccontata al mondo

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

13 thoughts on “Urla dalla rivolta

  1. Muobarak a mio parere sta prendendo tempo per preparare una fuga onorevole, aveva già investito abbastanza per avere un figlio come erede politico. Non vedo con che trasformismo potrebbe restare dov’è, ora. Non è mica un …iano.
    Ha perso, ha proprio perso tutto, e più ore resta in carica peggio diventa. Tutti chiedono che torni l’ordine, cessino i disordini e il prezzo per questo è la scomparsa del Capo supremo.
    Il punto è “qui prodest”? Certamente alla Fratellanza andrà dato più spazio, ma siamo sicuri che se ci fossero elezioni veramente libere il popolo egiziano sceglierebbe l’integralismo? E il mondo può permettersi un’altra teocrazia? Perché non può nascere una nuova Turchia?

    Questo ottobre sono andato a Hurgada e c’era anche un charter di piccoli investitori che dal Lazio e dalla Brianza andavano a rogitare la loro nuova casetta-investimento fronte Mar Rosso. Avrebbero comprato casa in Iran?

    Posted by Massimo R. | 30 January 2011, 19:09
  2. I paesi che controllano i media sono le nuove dittature. Cosa penate che oggi si possa fare come nel passato , con i servizi segreti che piombano nelle case dei dissidenti o di un comune cittadino che esprime le sue idee ? Basta controllare le notizie. Ma la rete ha rotto questo meccanismo. Saremo noi informatici a liberare il Mondo :lol:

    Posted by zannino francesco | 30 January 2011, 20:30
  3. #Francesco – che gli “informatici” e gli utilizzatori del web possano dare un contributo ad una maggiore libertà non vì è dubbio. Ma in realtà è la pecunia che regola il mondo a dispetto di tutti, anche del web. Col denaro si comprano merci, anime e coscienze. I dittatori sono persone che o non hanno denaro e sono costretti a ricorrere alla forza bruta o non hanno abbastanza cervello per usarlo e usano la forza bruta a sproposito. Non è un caso che prima o poi prendano calci nel sedere. Quasi sempre, se non ci lasciano la ghirba, se ne vanno in un esilio dorato e pieno di agi a dispetto di coloro che hanno vessato per anni.

    Posted by Barba | 30 January 2011, 20:42
  4. Come in tutte le rivoluzioni, esiste una parte che non può essere sconfitta. Si può chiudere ogni forma di comunicazione, cancellare parole e pensieri, ma l’espressione e l’intenzione della parte “sottomessa” prima o poi verrà alla luce. La storia ci insegna di dittature ripunianti e del loro delirante silenzio, che è stato scoperto negli anni. Nessuno può togliere il diritto alla parola!!

    Posted by Nando589 | 30 January 2011, 21:59
  5. Daniel Williams giornalista ed attivista di Human Rights,marito di Lucia Annunziata,è stato arrestato insieme ad altri 15 in Egitto.

    Posted by irisilvi | 3 February 2011, 20:32
  6. La situazione si mette male. Come al solito i dittatori prima di mollare il potere provano a soffocare la rivolta in modi sempre violenti che spesso si trasformano in bagni di sangue. Le immagini che arrivano dall’Egitto sono impressionanti. Secondo me i morti sono molti di più di quello che le fonti ufficiali dicono.
    I dittatori sono dei folli. Ne abbiamo la dimostrazione anche nel nostro paese. Spesso anche qui le forze dell’ordine sono state usate in modo violento.

    Posted by zannino francesco | 3 February 2011, 21:16
  7. Cerca di evitare paragoni ridicoli.

    Posted by pinoscaccia | 3 February 2011, 21:25
  8. Alcune volte penso che se mai dovesse succedere una simile tragedia qui da noi,non ci verrebbe risparmiata una guerra tra fazioni…
    (qualcuno mi dica che vaneggio per favore….)

    Posted by irisilvi | 3 February 2011, 21:31
  9. Lo so…quello che dirò non centra nulla,forse sarò amonita,ma ci sta.Oggi sono stata lontana dalle notizie dei Tg,la mia mamma è stata sottoposta ad un intervento al cuore.La sofferenza che ogni giorno vivo per il mio lavoro,l’ho vissuta in prima persona ,ma vedere quanta solidarietà tra chi soffre,il sorriso se dai una mano a un malato solo,mi ha riconfermato che il vero mondo è un altro.Non quello del potere,dello scandalo ecc.Scusatemi…ma forse con un pò di presunzione “sentendoci “ogni tanto vi considero parte della famiglia..Scusate ancora……

    Posted by zenaide cerrone | 3 February 2011, 22:15
  10. per me c’entra Zenaide e spero che tua madre si riprenda presto e completamente, ti abbraccio forte

    Posted by irisilvi | 3 February 2011, 22:23
  11. Zenaide,un forte abbraccio ed una carezza alla tua mamma.

    Posted by franca | 4 February 2011, 00:21
  12. Zenaide tantissimi IN BOCCA AL LUPO e un pensiero dolce al cuore di tua Mamma. E di tutte le mamme. (qualcuno… mi diceva di tutte queste “m” che ricordano le onde del mare… Ciao, un bacione.

    Posted by Sissi | 4 February 2011, 02:31

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: