you're reading...
albania

Il dolore

Tirana. Il vialone invaso dalla gente, la musica di Mozart che dagli altoparlanti accompagnava un corteo di dolore, più che di protesta. Il palazzo del governo superprotetto. La tanto temuta nuova manifestazione di Tirana si è risolta senza il minimo incidente, nella commemorazione delle vittime. Solo un passaggio silenzioso, ininterrotto davanti al muro della polizia per buttare un fiore o accendere una candela nel luogo dove una settimana fa sono morti i tre dimostranti”.  Edi Rama, leader dell’opposizione, nonostante gli annunci della vigilia non ha tenuto discorsi, ma si è limitato a guidare il corteo accanto ai parenti di Hekuran Deda, Ziver Veizi e Faik Myrtaj, le tre vittime della violenza di venerdì scorso, le cui immagini campeggiavano in grandi manifesti proprio davanti il palazzo dove sono avvenuti gli scontri. L’atmosfera di lutto è stata rotta soltanto dai pianti e dalla disperazione dei familiari. Un imponente servizio d’ordine ha vigilato con molta attenzione, così l’Albania dopo una settimana estremamente tesa che ha ricordato i fantasmi del passato può ricominciare il suo percorso verso l’Europa, obiettivo irrinunciabile del premier Berisha.

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

4 thoughts on “Il dolore

  1. Il popolo albanese è contento di entrare in Europa e pagare un prezzo così alto?

    Posted by Claudia | 29 January 2011, 00:03
  2. In Albania un corteo di dolore.
    Intanto in Egitto si continua a lottare e la terra si è bagnata di altro sangue.
    Le notizie che ho sentito poco fa per radio non sono buone.
    Gabbiano non mi piacciono queste notizie, mi sembra che l’effetto domino è iniziato.Finiranno mai queste guerre?Un saluto buon riposo

    Posted by ceglie | 29 January 2011, 00:27
  3. Che lezione di dignità ci hanno dato!!!!!

    Posted by fausta68 | 29 January 2011, 00:43
  4. Una lezione di vera dignità del popolo albanese e nessun pericolo corso ,allora , PIno!

    Posted by luciogialloreti | 29 January 2011, 11:57

Leave a Reply to ceglie Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: