you're reading...
albania

L’uomo con la pistola

Nuovi video sulle violenze di venerdì: in esclusiva al Tg1

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

12 thoughts on “L’uomo con la pistola

  1. La risposta che hai dato ieri a Francesco Zannino sottointendeva questa immagine? Avevo visto il servizio al tg1 ed ho pensato potessi riferirti a questo.Quindi Berisha,o chi per lui, che mette in guardia i manifestanti potrebbe essere l’artefice di controffensive violente e non ufficiali?

    Posted by irisilvi | 24 January 2011, 09:54
  2. Mi auguro che non si apra un’altra …
    “missione”.

    Posted by franca | 24 January 2011, 10:20
  3. I manifestanti potrebbero essere gestiti anche dall’opposizione…

    Posted by pinoscaccia | 24 January 2011, 13:05
  4. Credo di aver capito.I socialisti in Albania sono i reduci dellla vecchia dittatura…

    Posted by irisilvi | 24 January 2011, 14:13
  5. Ci sono tanti albanesi che girano armati per le vie.Per loro procurarsi una pistola un mitra una bomba è facile. Ricordo una causa che ho tradotto per un mio amico del Kosovo.
    La parte e la controparte albanesi, tutto solo per stabilire il passaggio su un tratturo con due carretti, uno dei due contadini ha sollevato il forcome, l’atro con il mitra l’ha seccato.
    Mi spiegava il mio amico avvocato, che ci sono odii profondi, per l’albanesi di Albania e albanesi del Kosovo, è un popolo dal sangue caldo.Non dormireri tranquilla con un albanese accanto.Vabbè diciamo che ci sono anche albanesi bravi, basta guardarsi sempre le spalle!

    Posted by ceglie | 24 January 2011, 14:25
  6. Franca ti assicuro che non sempre è come dici.Ci sono delle bravissime persone di nazionalità albanese.Ne conosco piu’ di una…

    Posted by irisilvi | 24 January 2011, 14:35
  7. la ragazza che mi viene a casa per i lavori è Albanese , è bravissima , seria, corretta, così tutta la famiglia , una lavoratrice che da’ i numeri a tante

    Posted by lorena | 24 January 2011, 16:08
  8. Lo so…lo so, ma io mi riferivo agli uomini albanesi armati. Per le donne albanesi…mi ha detto un uomo albanese professionista, bravissima persona, anche giusta di natura e per professione: “Le donne albanesi, devono camminare tre passi dietro all’uomo” La mia risposta? Le ho fatto una sparpagnàccola e ho camminato avanti a lui di tre passi, questo per ridere;) Comunque, sicuro che ci sono delle eccezioni, anche negli uomini di brave persone, ma la mentalità della massa…dio salvi la regina!

    Posted by ceglie | 24 January 2011, 16:44
  9. Ormai sappiamo bene che quando il potere viene legittimamente messo in discussione dal popolo , le reazioni dei governi spesso sono violente e cercano con ogni mezzo di soffocare le rivolte. Ma io credo che in mezzo ad agenti infiltrati , criminali e altri individui poco raccomandabili , il popolo manifesta il dissenso per le oppressioni che subiscono per anni. Se nessuno non si ribella mai , politici corrotti e dittatori , non daranno mai al popolo ciò che gli spetta.

    Posted by zannino francesco | 24 January 2011, 19:18
  10. E’ terribile a Mosca Pino….150 morti

    Posted by irisilvi | 24 January 2011, 20:00
  11. A Sirvà’ mo pure li russi ce se metteno. Ste storie me sonano brutto!

    Posted by ceglie | 25 January 2011, 01:30

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: