you're reading...
malagiustizia

Innocenti, tredici anni dopo

Bollati come ladri, arrestati e condannati. Poi, dopo 13 anni, sono stati assolti in appello. Ma le loro vite sono state travolte e rovinate. Era il 1997 e quattro uomini, etichettati come la ‘Banda degli onesti’, furono arrestati per due rapine avvenute a Roma. Per i giudici d’appello, però, non furono loro a rapinare un ufficio postale della capitale per ben due volte. E, a distanza di 13 anni, la Corte d’appello di Roma, ne ha sentenziato l’assoluzione ‘per non aver commesso il fatto’. Un’incredibile vicenda quella che ha accomunato Vittorio Raffaele Gallo, 55 anni ex dipendente delle Poste, Bruno Del Moro, 54 anni autista dell’azienda di trasporto pubblico di Livorno, Franco Fuschini, ferrarese di 59 anni e Giorgio Mariotti, romano di 40, arrestati (in due diversi momenti) perché ritenuti responsabili di due rapine compiute a distanza di solo otto mesi. fonte

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

12 thoughts on “Innocenti, tredici anni dopo

  1. Chi ripagherà questi poveretti delle umiliazioni per essere stati trattati come delinquenti e degli anni perduti? Per quanti soldi possano dargli, non basteranno. Dovrebbero pagare (in soldoni) i veri artefici della loro gogna e della loro vergogna.

    Posted by Claudia | 13 January 2011, 21:36
  2. E quale compenso può “compensare” davvero 13 anni di vita gettati alle ortiche??? (domanda retorica…)

    Posted by Lullami | 13 January 2011, 21:36
  3. Saranno anche risarciti,ma ormai il danno è fatto.Tredici anni sono tanti.Essere accusati ingiustamente deve essere terribile.Credo che il risarcimento economico non basti a ridare serenità a chi ha vissuto una simile violenza.Non solo agli accusati,ma anche ai loro figli e affetti.

    Posted by zenaide cerrone | 13 January 2011, 21:51
  4. Vittorio Gallo, intervistato dal Tg1, ha detto di aver perso lavoro (stava alle Poste), casa e anche affetti. Tutto irrecuperabile, soprattutto gli affetti. E poi anni in galera ti cambiano dentro.

    Posted by pinoscaccia | 13 January 2011, 21:53
  5. ho visto il servizio al tg.
    quale somma potrà risarcire tutti questi anni di sofferenze morali e materiali?

    Posted by teresa | 13 January 2011, 21:58
  6. E come al solito, i responsabili (questa volta morali) non pagheranno.

    Posted by Claudia | 13 January 2011, 22:01
  7. e pensate se erano, che so, texani: magari gia erano finiti sulla sedia elettrica…

    Posted by roberto altavilla | 13 January 2011, 22:18
  8. Non credo, li tengono nel braccio della morte per piu’ di tredici anni, devono morire piu’ volte. L’america è l’America!

    Posted by irisilvi | 13 January 2011, 22:24
  9. e io che pensavo perche erano… umani
    (e poi manca sempre il veleno, ne consumano troppo)

    Posted by roberto altavilla | 13 January 2011, 22:33
  10. Si troppo umani…poi c’è quel rito”dead man walking” è veramente terribile!

    Posted by irisilvi | 13 January 2011, 22:41
  11. Questa vicenda mi ricorda un altro clamoroso errore giudiziario, commesso in Inghilterra: la detenzione ingiusta, per ben 15 anni, di 4 persone accusate di aver fatto saltare in aria un pub. La polizia cercava colpevoli a tutti i costi e una semplice segnalazione,fral’altrodistorta e infondata, aveva portato all’arresto e ad un processo con prove occultate alla difesa degli imputati. Nemmeno la confessione di uno dei reali colpevoli avvea portato a rivedere il caso, e solo la tenacia di una combativa avvocatessa fece poi riaprire il rpocesso, che portò’all’assoluzione e alla riabilitazione.Già…peccato che nel frattempo uno degli imputati fosse morto in carcere da innocente e che la vita di un’intera famiglia fosse stata sconvolta e distrutta. Questa storia è stata raccontata nel film “Nel nome del Padre”.Chi giudica dovrebbe guardarlo.

    Posted by Barbara Brunati | 13 January 2011, 23:15
  12. Già e chi ridarà loro quei tredici anni???

    Posted by luciogialloreti | 14 January 2011, 11:21

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: