you're reading...
tribù, web

Tutto per un link

Ho deciso di raccontarvela, o di ricordarla a chi mi segue da tempo e già la conosce. L’Ordine dei Giornalisti ha aperto un procedimento disciplinare nei miei confronti e tra qualche ora dovrò presentarmi al consiglio nazionale per quella che dovrebbe essere la riunione decisiva. Tutto nasce da un link che ho pubblicato sei anni fa, il 17 giugno 2004, sul blog “La Torre di Babele” allora ospitato sul server della Rai. Quel link indirizzava a un sito nato per difendere una bambina contesa fra i genitori. C’era un banner con la foto irriconoscibile (sfocata) di una minore (non la protagonista della causa) e il solo nome di battesimo. Nè il cognome, nè altre indicazioni. L’accusa, partita dai legali del padre, è di aver permesso l’identificazione della bambina. Da notare che molto prima di me, cioè di quel link, il più importante quotidiano locale (la bambina è sarda) aveva pubblicato con tanto di foto e generalità la clamorosa protesta della madre, incatenatasi al cancello del tribunale di Cagliari (il 2, il 4 e il 5 giugno, due settimane prima del mio blog). Al di là di tutto, la discussione è sulla responsabilità del link. Può essere colpevole un blogger per aver invitato (link) a visitare un sito di cui non possiede assolutamente la gestione? Da tenere inoltre presente che quel blog non esiste più e che la vicenda figura nei motori di ricerca soltanto in riferimento agli articoli del giornale. Il paradosso di fondo poi è un altro. Sono sotto processo in quanto giornalista professionista e dunque, secondo l’accusa, colpevole di aver infranto la carta di Treviso che tutela i minori. Insomma, un blogger qualsiasi (non giornalista) non doveva rispondere di alcunchè, visto che non ci sono gli estremi per procedimenti penali o civili. Da allora è passato molto tempo, sei anni. Nel frattempo tutti i grandi siti di informazione sbattono i minori in prima pagina. Ma io oggi devo rispondere di un atto d’amore, trattato con grande rispetto, l’aver posto attenzione su un caso doloroso. Magari mi si dirà che sono colpevole, non mi diranno mai che sono innocente. Al massimo posso sperare di essere “archiviato”.

Evidentemente non è solo un caso personale, ma riguarda tutto il web. A dopo, vi faccio sapere. Mi sbrigo, altrimenti mi considerano anche latitante.

About pinoscaccia

già redattore capo Rai inviato speciale Tg1

Discussion

22 thoughts on “Tutto per un link

  1. Non ho compreso se la denuncia del padre fu fatta inizialmente contro la RAI che ospitava il blog e il link “incriminato”…e conseguentemente contro di te che lo gestivi…Comunque sia è ridicolo, specialmente contro di te che sei particolarmente attento a quello che scrivi e a come lo esponi…La denuncia come atto d’amore viene ripagata con l’incriminazione, comprendo il problema….l’Ordine dei Giornalisti dovrebbe essere eliminato, voce ormai obsoleta…Vedrai che terminerà con un nulla di fatto e velocemente archiviato…Pino latitante…..idea gustosa…

    Posted by JO | 16 December 2010, 14:34
  2. scusa Pino ma ti devono giudicare dei colleghi o la magistratura ? forse ho capito male…mah! se quello che scrivi corrisponde alla realtà dei fatti mi pare una grandissima boiata…tieni duro

    Posted by marcello | 16 December 2010, 14:41
  3. Pino siamo tutti con te!!

    Posted by Walter | 16 December 2010, 15:12
  4. In attesa dell’udienza chiarisco. La denuncia e’ contro di me in quanto giornalista. Mi giudicano anche magistrati in quanto Ordine professionale. Archiviato in fretta? Sono sei anni…Grazie della solidarieta

    Posted by pinoscaccia | 16 December 2010, 15:48
  5. Io non ci capisco niente di queste cose… non posso improvvisarmi avvocato! ma penso che la responsabilità sia del gestore del blog, a meno di non ritenere responsabili tutti i giornalisti, o professionisti vari, che altrettanto invitano a leggere un libro o a guardare un film (“link” – segnalati su un link) eventualmente non graditi, ma dei quali non sono nè gli autori, nè i registi, nè i produttori. Giusto???
    AUGURONI E IN BOCCA AL LUPO!

    Posted by Sissi | 16 December 2010, 16:34
  6. è un paradosso… quando leggevo ho pensato “forse è su scherzi a parte”, forza Pino siamo con te.

    Posted by anna | 16 December 2010, 16:36
  7. Facci sapere che succede…

    Posted by JO | 16 December 2010, 16:51
  8. Fatto. Sono stato convocato solo per confermare quanto dichiarato in commissione. Il verdetto …arrivera per telegramma…

    Posted by pinoscaccia | 16 December 2010, 16:52
  9. PROSCIOLTO ! E ti pareva che da vecchio cronista aspettavo telegramma? Votazione Consiglio risultato prosciolto con formula piena. Questione chiusa ma ne riparleremo perche questione dei link e’ importante

    Posted by pinoscaccia | 16 December 2010, 18:04
  10. Ciao caro Pino,

    quanto tempo… io vivo da ormai 4 anni in Messico, paese che da quando ho deciso di stabilirmi qui ha cominciato a fare “cronaca” pesante, come ben saprai.

    Un carissimo saluto e solidarietá per l’udienza.

    Nico di appuntingiro…

    Posted by Nico | 16 December 2010, 18:05
  11. Un in bocca al lupo con tutto il cuore ,caro Pino! Ma che vicenda assurda , quando in questo Paese la legge e la giustizia ,in alcuni casi sono …più uguali!

    Posted by luciogialloreti | 16 December 2010, 19:54
  12. E’ andato tutto bene, gia l’ho scritto.

    Posted by pinoscaccia | 16 December 2010, 20:12
  13. Come da previsioni Pino…e vaiiiiiiiiiiiii…..prosciolto perché il fatto non sussiste…rilassati e dimentica…very good!!

    Posted by JO | 16 December 2010, 20:16
  14. @ Pino :
    Che cosa ridicola. Certo che in RAi c’è propio un bell’ambientino. Comunque son contento che tutto sia andato per il meglio.

    Posted by zannino francesco | 16 December 2010, 20:30
  15. Ciao gabbiano, non conoscevo questa tua incresciosa vicenda, per fortuna finita bene.Sapere come ami e difendi i bambini è stata una cattiveria lasciarti per tanto tempo in ansia.Un caro saluto

    Posted by ceglie | 16 December 2010, 22:08
  16. Congratulazioni sono felice per te!
    Spero che la tua vicenda possa fare da precedente (positivo, ovviamente, e molto persuasivo :) anche per altri casi

    Posted by Elena | 16 December 2010, 22:20
  17. Ciao Blake……

    Posted by silvi | 16 December 2010, 23:10
  18. Scusa Francesco ma che c’entra la Rai, forse non hai capito la questione

    Posted by pinoscaccia | 16 December 2010, 23:17
  19. @ Pino
    Visto l’assurdità della denuncia non vorrei che il tutto fosse partito sotto la “spinta” di qualche dirigente RAI. Sai a pensar male spesso ci si azzecca come diceva un noto politico.

    Posted by zannino francesco | 16 December 2010, 23:48
  20. No, sei proprio fuori strada. La Rai ospitandomi sul server aziendale casomai e’ vittima. I denuncianti hanno nomi e cognomi mica sono anonimi, sono due avvocati di Cagliari. Tu pensi male sempre nella stessa direzione…

    Posted by pinoscaccia | 17 December 2010, 00:12
  21. Francesco ! santo Dio mica sei un briciolino fazioso ? rilassati ogni tanto…scusa ma sei una cosa imbarazzante…

    Posted by marcello | 17 December 2010, 10:35
  22. La foto della figlia (contesa) di Asia Argento e Morgan su tutti i giornali, ma … è tutto regolare.

    Posted by pinoscaccia | 28 December 2010, 00:00

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Anno 19

[dal 18 ottobre 2001]

“Quando si è scoperto che l’informazione era un Affare, la verità ha smesso di essere importante.” (Ryszard Kapuscinski)

L’ultimo libro

TRADITORI: l’incredibile intreccio tra i Kennedy, Marilyn Monroe, Jackie Onassis e Maria Callas. Più la sconvolgente storia di Lady D.

Amori Maledetti

Hitler e Mussolini tra passioni e potere: i tranelli della storia rivisti da un reporter di guerra e da una professoressa di lettere.

Archives

%d bloggers like this: